Utente 252XXX
Sto da un anno circa col mio compagno e ancora non riusciamo ad avere un rapporto completo sereno. Lui attribuisce ciò alla mancanza di desiderio sessuale nei miei confronti, sebbene mi cerchi, mi stringa ecc. So che soffre di prostatite da diversi anni e mi ha confidato che anche con le ex i rapporti erano difficoltosi ma, essendo l'attrazione fisica maggiore, riusciva ad avere rapporti sessuali soddisfacenti. In occasione di una visita ginecologica, ho accennato il problema al mio ginecologo che mi ha consigliato di proporgli una visita dall'andrologo, visti i seguenti segnali allarmanti:
-bisogno frequente di urinare
-prostatite recidiva, che lui cura da anni con antibiotici
-mancanza di desiderio
Sottolineo inoltre che il mio compagno è insovrappeso, circa 20 kg di accumulati sull'addome, allergico, con problemi respiratori, con necessità a volte di ricorrere al cortisone.
La cosa che mi dispiace fortemente è che invece di accettare con umiltà il consiglio di una persona esperta, lui scarica il problema su di me, ribadendo che la mia dolcezza e la mia tenerezza affievoliscono la sua passione nei miei confronti. Eppure quando mi sta vicino cerca sempre il contatto fisico, mi stringe, mi annusa e a me non sembra di non fargli effetto ma non si va oltre .....
Vorrei conoscere il parere di un andrologo, vorrei farglielo leggere, come ultimo tentativo per risolvere l'unico problema presente tra di noi e che mi sta angosciando non poco.

Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Roberto Mallus
36% attività
12% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2003
Gent.ma utente,
la prostatite se non curata adeguatamente può avere influenza nella sfera sessuale maschile.
Da lì a dire però che la causa di cio che riferisce sia la prostatite è ....un bel volo.
Lo convinca a sottoporsi ad una visita uro/andrologica perchè a quel che racconta anche per lui non "sono rosa e fiori".
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 252XXX

Iscritto dal 2012
Come fare a convincerlo? Ci sto provando da un bel pò, lui si offende, dice che le cose non sono correlate, in passato non aveva problemi. Io gli rispondo che le cose con gli anni peggiorano, per tutti, basterebbe un semplice controllo per assicurarsi che tutto stia a posto. Gli faccio notare che io stessa faccio dei controlli periodici, la salute è una cosa seria e va preservata il più a lungo possibile. La cosa positiva è che tra di noi c'è un dialogo schietto e aperto, non c'è vergogna nell'affrontare certi discorsi così come nell'esprimere le nostre esigenze, anche a letto.
Grazie della disponibilità!
[#3] dopo  
Dr. Roberto Mallus
36% attività
12% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2003
Prego se vuole ci aggiorni
[#4] dopo  
Utente 252XXX

Iscritto dal 2012
Non ne vuole sapere, dice che la prostatite con c'entra niente con la mancanza di desiderio. Non so come fare, mi sa che la situazione degenererà fino alla rottura!
[#5] dopo  
Dr. Roberto Mallus
36% attività
12% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2003
Purtroppo non le possiamo essere di maggior aiuto
[#6] dopo  
Utente 252XXX

Iscritto dal 2012
Dopo un ennesimo confronto, in cui ho manifestato apertamente la volontà di interrompere questa relazione poco appagante dal punto di vista sessuale per entrambi (per la prima volta gli ho rinfacciato che anche a me sta passando il desiderio di lui, fino a qualche mese fa molto forte .... !), si è deciso ad effettuare dei controlli più specifici. Vorrei sapere nel dettaglio cosa suggerirgli. In qualche forum si fa riferimento anche ai valori della prolattina e del testosterone e il suo sovrappeso, con accumulo di grasso addominale e in piccole quantità sulle mammelle, associato alla prostatite, alle allergie ecc, mi preoccupa non poco.
Grazie in anticipo della disponibilità.
[#7] dopo  
Utente 252XXX

Iscritto dal 2012
Il mio compagno non riesciva a eiaculare. Sentiva che stava per farlo ma non fuoriusciva nulla e stava male per questo. Ha ripetuto la cura datagli tempo fa dall'urologo, che in verità mi sembra molto limitata: antibiotici Ciproxin e supposte Aulin. Il disturbo è passato ma non credo che si sia risolta la cosa. Io, con calma, gli ho spiegato che rifarei una visita di controllo, magari c'è adesso un'altra cura per la prostatite. Sono preoccupata per la sua salute e perchè la mancanza di desiderio sessuale da parte sua sta lacerando la nostra storia. Grazie.
[#8] dopo  
Dr. Roberto Mallus
36% attività
12% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2003
In effeti la prostatite raramente si risolve con un unico ciclo di cure e qs lo avrà riferito anche l'urologo che lo ha in cura