Utente 221XXX
Gentilissimi dottori,
quest'oggi mi è capitato di avere un rapporto sessuale anale con una ragazza che conosco da un po' e purtroppo durante il rapporto si è verificato la rottura del preservativo. Dopo una prima inserzione completa ho estratto il pene con preservativo integro (almeno alla vista) e nel reinserirlo ho sentito uno scoppio accorgendomi dell'avvenuta rottura. Ho immediatamente ritirato il pene, avendo comunque l'impressione che non fosse ancora penetrato. Ho percepito, ma in pochi istanti è difficile esserne sicuro, di aver provato la penetrazione e che si fosse rotto prima di penetrare, non posso escludere che fosse penetrato ma di poco in ogni caso. Questa ragazza mi ha mostrato delle analisi (negative per HIV, HCV) di aprile 2012, ch per quanto non escludano un' infezione in atto, mi hanno rassicurato al momento. Io ho subito tolto il preservativo, lavato il pene con acqua ed urinato dopo un po'. Vi confesso tuttavia che sono terrorizzato e pur consapevole di dover fare i test, vi chiedevo una stima teorica del rischio corso se fosse stato un tentativo di penetrazione (come mi è sembrato) o una penetrazione appena iniziata. Vi ringrazio sin d'ora per l'aiuto che potete darmi.
[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Gentile Signore,

in teoria il rapporto anale non protetto è un rapporto sessuale a rischio.

Non è possibile dare una stima teorica precisa in termini percentuali; posso soltanto dirle che i rischio aumenta con la durata dei rapporti e con il numero dei rapporti.

Nel suo caso il rapporto anale è stato interrotto subito; perciò, secondo me il rischio corso è alquanto basso, forse del tutto trascurabile.

Buona serata
[#2] dopo  
Utente 221XXX

Iscritto dal 2011
Gentile dr Corcelli,

non sa che sollievo leggere il Suo parere. Ho riparlato poi con la ragazza e lei ha escluso che al momento della rottura stessi penetrando. Il preservativo quindi si sarebbe rotto perchè ha urtato contro strutture anatomiche contingue. In teoria quindi non vi è stata rottura all'interno. Grazie mille
[#3] dopo  
Utente 221XXX

Iscritto dal 2011
Gentilissimo dott. Corcelli,
dopo l'episodio del 24 giugno che le ho riportato, in data 13 dicembre ho effettuato i seguenti test con i seguenti esiti:

anticorpi HNCAG negativo
anticorpi HCV negativo
anticopri HBEAG negativo
HIV 1-2 negativo
anticorpi HBSAG positivo
antigene HBEAG negativo
antigene HBSAG negativo

il metodo utilizzato è chemiluminescenza.

Come interpreto i test? il vlore positivo è possibile che si riferisca al fatto che sono stato vaccinato per l'epatite B a scuola? Inoltre non sono pienamente sicuro del metodo, io ho sempre sentito parlare di ELISA e
Western Blot, sulle analisi indica un metodo diverso, posso ritenerlo attendibile? E' un laboratorio- clinica prviata.
Da allora mi è capitata solo una fellatio ricevuta circa un mese prima delle analisi, posso stare tranquillo rispetto ai test comunque secondo lei?

Grazie in anticipo per il consulto che puo' darmi!
[#4] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
può stare tranquillo su tutto, per HIV, per HCV e per HBV

anche la fellatio ricevuta un mese prima non è a rischio per le tre suddette patologie infettive
mentre la presenza di anticorpi contro HBsAg è dovuta alla vaccinazione

buona giornata
[#5] dopo  
Utente 221XXX

Iscritto dal 2011
Grazie Infinite dott. Corcelli e Auguri di Buone Festività.

Approfitto della sua gentilezza e alta competenza per fugare un dubbio sulla fellatio ricevuta. Se chi la pratica ha prima fatto la stessa cosa con altro partner non ricevendo eiaculazione ma verosilmente e probabilisticamente ricevendo del precum, puo' trasmettere il virus ad altro partner tramite fellatio? o la saliva o comunuqne il contatto indiretto fra pene e altro pene dalla bocca non constituisce una modlità valida di trasmissione? Grazie ancora
[#6] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
teoricamente sì, se la seconda fellatio attiva venga fatta immediata dopo la prima, potendo del materiale pre-eiaculatorio rimanere in bocca e andare a contatto col glande del successivo partner

si tratta però, di evenienze poco probabili

In ogni caso, siccome vi è il rischio anche di altre MTS, è sempre raccomandabile l'uso del PROFILATTICO, a maggior ragione se il rapporto sessuale viene fatto con più partner contemporaneamente

buone feste