Utente 675XXX
Buongiorno, ho notato che se ho una nuova erezione poco dopo aver avuto l'orgasmo, sento il glande irritato e avverto fastidio e alcune fitte, che coinnvolgono anche il prepuzio...mi chiedevo se fosse normale e facesse parte della fase refrattaria post-orgasmo o se mi devo preoccupare. questo mi succede soprattutto dopo l'eiaculazione notturna dato che poi continuo ad avere altre erezioni involontarie nel sonno. vi ringrazio!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentmo utente

da questa postazione è difficile darle un consiglio corretto poichè "... il glande irritato e avverto fastidio e alcune fitte, che coinnvolgono anche il prepuzio...." potrebbero dipendere da varie cose come infiammazioni, infezioni, allergie , ecc.Il consiglio migliore è di provare a lavarsi con detergenti a pH acido e valutare l'evoluzione ed eventualmente confrontarsi con il suo medico di base.

Un cordiale saluto
[#2] dopo  
Utente 675XXX

Iscritto dal 2008
mi lavo già con detergente a ph acido all'inizio aveva megliorato le cose ma poi è tornato come prima il problema. a volte anche quando mi asciugo dopo la doccia, sento il glande irritato... di sicuro chiederò un consulto. volevo solo capire se si tratta di una cosa seria o cmq di una semplice infiammazione come ha detto lei. cmq la ringrazio per la tempestiva risposta.
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

si ricordi che anche una infiammazione non è mai una cosa "semplice" e purtroppo in queste situazioni cliniche, senza una valutazione clinica diretta, è impossibile formulare una risposta corretta, cioè capire la reale causa del problema e dare quindi una precisa indicazione su quali passi successivi fare sia a livello diagnostico ma soprattutto terapeutico.

Bisogna, a questo punto, consultare, in diretta, almeno il suo medico di fiducia e poi seguire le sue indicazioni, come già indicatole dal collega Maretti.

Un cordiale saluto.