Utente 163XXX
salve,non so se vi siano capitate domande del genere.
comunque io canto da molti anni,possiamo dire che la maggior parte dello studio l'ho fatto da autodidatta,sono state 2 anni in una scuola civica di musica ma non mi son trovato bene(nessun esercizio tecnico e vocale,specie karaoke) sono stato da un foniatra 2 o 3 anni fa perchè mi era successa la stessa cosa,e mi aveva detto di eseguire un trattamento logopedico. dopo un po sembrava essere tornato tutto alla norma,quest'anno ho deciso di studiare canto da un privata,notando moltissimi risultati e serietà nel lavoro...
ora da un po di giorni mi sta tornando questa difficoltà nel cantare,è come se non controllassi la mia voce,è spesso calante e rauca,e io non ho mai avuto problemi di intonazione...premetto che da pochi mesi faccio parte di una Band dove canto pezzi che richiedono un certo sforzo vocale,sul rock,voce alta e graffiata e mi chiedevo se il problema potesse essere anche quello...
ho 19 anni,quindi non penso ad un cambio di voce,sto anche smettendo di fumare... tra pochi giorni avrei delle esibizioni ed un provino molto importante,potrebbe essere anche questione psicologica?
cosa mi consigliate? ci sono giorni in cui sembra ritornare come prima ed altri in cui è peggio,non saprei che fare...

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Prof. Mauro Pagano
24% attività
0% attualità
12% socialità
ALESSANDRIA (AL)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2011
Egregio Signore,

dalla frequenza con cui consulta questo sito si può estrapolare una certa "attenzione alla propria salute".
Questa cosa, se da un lato denota cura per la propria persona, da un altro lato evidenzia un latente ascolto ansioso dei propri disturbi e quindi un "habitus neuroipertonico".
Questa situazione di allarme cronico può indurre un'ipersecrezione acida gastrica con conseguente rischio di reflusso verso l'alto (laringe)
Per giunta la confricazione laringea posteriore, dovuta agli "attacchi vocali duri" ad esempio tipici della musica rock, possono indebolire la mucosa proprio nel punto dove si ha il massimo danno dell'acido gastrico refluito.
In ultimo, uno scolo mucoso cronico dall'alto dovuto a patologie infiammatorie ricorrenti delle vie respiratorie più alte potrebbe agire come terza concausa di sofferenza sempre nella stessa zona laringea.
La laringe così aggredita si difenderebbe producendo schiuma con conseguente impaccio vibratorio e motorio sull'esecuzione vocale e compromissione specialmente sui toni estremi.
Una buona visita ORL e gastroenterologica farà chiarezza, dissiperà ogni dubbio su questa mia ipotesi e porterà a quell'igiene di vita che potrebbe sconfiggere la disodia

Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 163XXX

Iscritto dal 2010
grazie mille per la risposta molto esaudiente.
In effetti ha ragione,sono stato divesre volta dall'Otorino per i vari problemi che ho e che ho avuto,un anno e mezzo fa mi sono operato di tonsillectomia in quanto avevo frequenti episodi ddi faringotonsillite e inoltre erano ipertrofiche e criptiche,a Dicembre dovrei sottopormi ad un intervento di settoplastica e turbinoplastica,e ogni volta mi hanno sempre diagnosticato anche questo reflusso gastroesofageo,sono stato anche da un gastroenterologo che tramite una gastroscopia si è potuta vedere una gastrite,inoltre ho sempre questa faringite fissa,che suppongo derivi da tutto ciò... dunque queste problematiche nel canto,dovrebbero essere causate dai problemi al naso e dal reflusso,piu le prove con la band. per il reflusso sto prendendo omeoprazolo da 20mg la mattina,e ieri ho finito con il peridon prima dei pasti,posso aggiungere il Gaviscon dopo i pasti?
[#3] dopo  
Prof. Mauro Pagano
24% attività
0% attualità
12% socialità
ALESSANDRIA (AL)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2011
Lasci perdere tutte queste terapie e vada 2 settimane a fare escursioni in alta montagna.
Al ritorno non avrà più alcun bisogno di farmaci, forse non dovrà neppure operarsi al setto e sicuramente canterà molto meglio

Dia retta a me

Cordialmente