Utente 257XXX
Salve, dopo un viaggio in india dove ho contratto parassitosi da giardia che ora sto curando sono subentrate tachicardia sinusale(durante ortostatismo e sotto sforzo e spesso anche a riposo) e dispnea a giorni alterni.
Si parla di una tachicardia fastidiosa che subentra indipendentemente dall'attività svolta e in modo completamente casuale. sono sui 100-110 bpm quando mi alzo in piedi, anche 140 per una piccola rampa di scale..
Le analisi del sangue e urine non riscontrano alcuna alterazione evidente l'ecg semplice è nella norma. sono in attesa di ecocardio e holter.
La giardia che mi è stata trovata nelle feci sta venendo trattata e i problemi gastrici sono spariti quasi del tutto, sono in attesa anche di un nuovo esame delle feci.
Il mio dubbio è se è possibile che la giardiasi causi tachicardia persistente(da più di due mesi riverso in questo stato), a livello così fastidioso da impedirmi le normali attività quotidiane. Forse potrei essere infestato da qualche altro virus/parassita/batterio? quali di questi possono procurare i miei sintomi?
Non rispondetemi che è l'ansia perchè sareste in errore.


[#1] dopo  
Dr. Alessandro Scuotto
56% attività
20% attualità
20% socialità
COMO (CO)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile signore,
la relazione fisiopatologica tra giardiasi e tachicardia si esplica nel caso in cui la diarrea profusa causata dall'infezione intestinale determini uno stato di disidratazione che induce techicardia.
In assenza di diarrea e di disidratazione non mi è nota una relazione diretta tra infestazione da giardia e tachicardia.
Inoltre, dalla sua descrizione, sembra trattarsi di tachicardia parossistica sopraventricolare (anche se i valori di frequenza in questa patologia sono in genere più elevati di quelli descritti) che, in una buona percentuale di casi, non riconosce cause organiche evidenti.
In ogni caso è necessario effettuare uno studio elettrofisiologico cardiaco e la determinazione degli ormoni tiroidei.
Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 257XXX

Iscritto dal 2012
Tutti gli esami cardiaci negativi, holter, ecg vari, ecocardio. Cuore perfetto ma i battiti rimangono alti. e spesso o una sensazione di soffocamento non ben localizzata, a livello del torace/addome. Non sono anemico, non ho carenze di magnesio, sodio o potassio. Non ho gli ormoni tiroidei fuori posto. Non sono ansioso. Ho una digestione ottima. Cos'altro può essere?