Utente 218XXX
Salve cari medici di Medicitalia. Stamane, passando un dito sul mio glande, ho sentito come una specie di puntina. Guardandomi bene ho visto che era una minuscola - penso - crosticina. Non ne sono sicuro, però, dato che grattando con l'unghia non veniva via, e non era superficiale ma sembrava molto lievemente "incavata". A favorire l'ipotesi di una crosticina è il fato che quel punto mi provoca un lievissimo senso di fastidio che gli altri punti del del glande non provocano, e questo mi fa pensare a una ferita. Tale crosticina assomiglia, per com'è fatta, a un poro della pelle - come dicevo prima, leggermente incavata. Avevo pensato anche a un punto nero - anche se penso sia impossibile - e ho provato a spremerla, poi a grattarla. Non va via. Cosa può essere? Cosa mi consigliate? E' opportuna una visita andrologica se in breve tempo non va via?

Se può esservi utile aggiungo che sono circonciso, che faccio sempre sesso da parte mia non protetto circa 3 o 4 volte la settimana e che la mia ragazza potrebbe avere una qualche sorta di infiammazione della vagina, dato che ultimamente è soggetta a bruciori intimi quando facciamo sesso.

Grazie del gentile aiuto!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
da come la ha descritta sembra più una abrazione modesta del glande che3 una malattia sessualmente trasmessa o altro. Ma bisogna assolutamente vedere per fare diagnosi, pertanto protegga i rapporti con profilattico e lunedì vada dal medi9co di base per avere un indirizzo.
[#2] dopo  
Utente 218XXX

Iscritto dal 2011
Grazie del suo aiuto, dott. Cavallini. Volevo però dirle che il mio medico di base è una donna - e per di più madre di un'amica della mia ragazza -. Lasciando stare che io, in prima persona, proverei disagio a mostrarmi davanti a una dottoressa, c'è da mettere che non è il tipo di persona che ritengo esattamente riservata, in base alla mia esperienza. Vorrei evitare di andarci se non fosse necessario, ma se Lei mi dice che una visita dal medico di base è opportuna ci andrò. Ad ogni modo dovrò farla tra una settimana dato che sono fuori casa al momento.

Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Il segreto professionale esiste da sempre. Poi non c' è nulla che lei abbia che la collega non abbia visto dal vivo (visto che è mamma) o su atlanti di natomia (visto che è dottoressa). Eviti i falsi pudori.