Utente 260XXX
Buongiorno,

sono un ragazzo di 32 anni, da Novembre 2009 a Novembre 2011 ho preso il Propecia (Finasteride) per contrastare la caduta dei capelli. Sull'utilizzo di questo farmaco ho sentito molte opinioni contrastanti, ho deciso quindi di sospendere l'assuzione e di fare uno spermiogramma per verificare che tutto fosse ok.

Tutti i dati sono nei parametri, tranne il volume (riporto di seguito i dati dell'esame).

PH: 8.0
Volume in ml. 1,0
Spermatozoi per ml. 81.500.000
Forme mobili 80%


A tal riguardo, perdonatemi l'ingenuità della domanda, potete confermarmi che non ci sono rischi di sterilità?

Nel caso in cui tornassi ad assumere Propecia potrebbero esserci dei rischi? Posso provare a riprenderlo e monitorare gli effetti con un nuovo esame?

Grazie mille in anticipo.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

l'uso del propecia non dovrebbe alterare la sua fertilità l'importante è presentarsi con un esame di riferimento che abbia una attendibilità e che serva da confronto nel prossimo futuro. Dovrebbe ripetere l'esame seminale in un centro dedicato a problematiche riproduttive che segua i criteri WHO e poi monitorare la situazione fertiluità ogni anno.

Un cordiale saluto
[#2] dopo  
Utente 260XXX

Iscritto dal 2012
Grazie Dott.Maretti per la sua pronta ed esauriente risposta!

Nel referto dell'esame sostenuto si specifica che la valutazione finale secondo i parametri WHO è normospermia. Non ho riportato dutti i dati perchè li ho dovuti trascrivere senza il copia e incolla.

Mi conferma quindi che l'ipospermia non è in ogni caso una causa della sterilità e che comunque non può essere riconducibile all'assunzione di Propecia?

Grazie ancora per la sua risposta.

[#3] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
le confermo di ripetere l'esame in un centro dedicato che segua i criteri WHO e che l'ipospermia da assunzione di propecia è reversibile e non tale da alterare la fertilità di un individuo.

cordialità
[#4] dopo  
Utente 260XXX

Iscritto dal 2012
Grazie Dott. Maretti,

Seguirò il suo consiglio, monitorerò l'esame annualmente in un centro che segua i criteri WHO.

Un ultimo dubbio, se l'ipospermia non fosse causata dalla Propecia, e fosse quindi "cronica", potrebbero esserci comunque problemi di fertilità anche a fronte di tutti gli altri parametri nella norma?

Grazie e buon lavoro.
[#5] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Con i se e i forse non si fanno diagnosi, aspettiamo gli eventi e poi si deciderà.

Ancora cordialità
[#6] dopo  
Utente 260XXX

Iscritto dal 2012

Grazie Dottor Maretti,

evidentemente mi sono espresso male io.

Al di là dell'assunzione di Propecia e del caso specifico la mia domanda è:

L'ipospermia può essere considerata o meno una potenziale causa di infertilità, anche se tutti gli altri parametri sono nella norma?

Ancora grazie.

[#7] dopo  
Dr. Mirco Castiglioni
28% attività
4% attualità
12% socialità
SARONNO (VA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Mi inserisco in aggiunta alle autorevoli risposte del collega dott. Maretti.
A prescindere dal fatto che il Propecia possa o meno essere responsabile di una ridotta fertilità e il dibattito in letteratura scientifica è tuttora aperto, è consigliabile comunque non attendere un anno per ripetere lo spermiogramma, ma lo esegua nuovamente dopo un intero ciclo di spermatogenesi cioè circa 3 mesi in un laboratorio di provata attendibilità (ad esempio a Roma, presso il laboratorio di Seminologia della Sapienza).
Detto questo il propecia riduce il diidrotestosterone e una delle cause di ridotto volume seminale è proprio la diminuzione del testosterone. Non per questo la sola riduzione del volume seminale puà essere causa di infertilità
[#8] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

premesso che i dati dell'esame del liquido seminale che ci ha riportato sono insufficienti per valutare l'attendibilità dello stesso, le ho consigliato di ripeterlo in un centro dedicato che segua i criteri WHO. Tuttavia anche considerando che si parli di ridotto volume del liquido seminale che tecnicamente si chiama ipoposia, esso può essere dovuto principalmente o a fatti infiammatori, in genere delle vescicole seminali o della prostata o ad una carenza di testosterone.

Nel suo caso per capire se e quanto il farmaco in oggetto abbia potuto interferire su questo dato servirebbe avere un dato di confronto con un esame fatto prima del suo utilizzo e nel suo caso, questo dato non ci è stato riportato.

Fatte queste considerazioni, la cosa migliore attualmente sarebbe fare almeno due o tre esami del liquido seminale nell'arco di tre mesi (un ciclo della spermatogenesi) e quindi fare una media.

Nell'attesa porgo i miei saluti
[#9] dopo  
Utente 260XXX

Iscritto dal 2012
Gentile Dott. Maretti e Gentile Dott. Castiglioni,

vi ringrazio per le vostre risposte.

Per completezza vi riporto sotto i dati dell'esame completo:


A. Concentrazione per ml di spermatozoi: Normale
B. Percentuale di forme mobili: Normale
C. Concentrazione di forme mobili: Normale
D. Valori di velocità media: Normale
E. Rettilineità della progressione: Normale
F. Il valore dello spostamento laterale della testa degli spermatozoi, funzione correlata con la penetrazione del muco cervicale e nella zona pellucida dell’ovocita: Normale
G. La percentuale di spermatozoi normoconformati: Normale
H. Valutazione finale secondo i parametri W.H.O.: Normozoospermia

Note:
Ipospermia
Discreta contaminazione da detriti

Giorni di astinenza: 4
Aspetto opalescente
Liquefazione: finemente irregolare
Viscosità: aumentata
Specifica: assente

PH: 8,0
Volume in ml: 1.0
Spermatozoi per eiaculato 81.500.000
Spermatozoi per ml: 81.500.000
Forme mobili: 80%
Concentrazione spermatozoi mobili/ml: 65.200.000
Velocità media: 28.0
Linearità media: 7.0
Spostamento laterale della testa: 2.4
Frequenza Beat/Cross: 6.2 Hz
Spermatozoi con movimento
Immobili: 20%
Non progressivi: 11%
Progressivi lenti: 27%
Progressivi rapidi: 42%
Forme normali: 30%
Forme atipiche: 70%
Anomalie della testa: 49%
Piccole: 4%
Grandi: 0%
Rotonde: 5%
Allungate: 3%
Piriformi: 2%
Doppie: 1%
Contorni irregolari: 13%
Acromosoma malformato: 20%
Acrosomia assente: 1%
Anomalie del collo: 15%
Resti citoplasmatici: 13%
Angolazione: 2%
Anomalie del flagello: 6%
Assente: 0%
Corto: 3%
Arrotolato: 1%
Doppio: 2%
Cellule linea spermatica: 4
Leucociti: /
Emazie: 1
Cristalli: rari
Cellule epiteliali: /
Altri elementi: /
[#10] dopo  
Utente 260XXX

Iscritto dal 2012
L'esame l'ho fatto in uno dei migliori centri in Italia. Come detto sono 8 mesi che non prendo più Propecia, anche se vorrei tornare a farlo. Prima però voglio essere sicuro che tale assunzione non crei problemi alla mia fertilità.

Come da vostro consiglio l'ho ripeterò a Settembre.
Ovviamente senza aver assunto Propecia, mi confermate?

Quando ho letto il referto io, che ovviamente sono ignorante in materia, ho pensato che non ci fossero comunque rischi per la mia fertilità, ma una situazione che andava comunque monitorata. Posso stare tranquillo sulla mia capacità procreativa o devo cominciare a preoccuparmi? :)

Grazie!


[#11] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Bene, personalmente ritengo l'esame attendibile e per una valutazione completa ritengo opportuno la ripetizione dello stesso con 4 giorni di astinenza, per una valutazione più oggettiva del volume spermatozoario. Confermo anche che il monitoraggio annuale è sufficiente per tenere sotto controllo la sua situazione.

Cordiali saluti