Utente 263XXX
Mio suocero di 77 anni è stato operato una settimana fa a causa di un aneurisma di 5cm sull'aorta, all'altezza dell'addome. Premetto che è un uomo che ha sempre goduto di ottima salute. L'operazione è andata bene e dopo soli due giorni di terapia intensiva è stato trasferito in reparto. Dopo 4 giorni dall'intervento era in ottima forma, tanto che già camminava con l'ausilio di un girello e gli è stato somministrato il primo pasto,dopo l'operazione, visto che prima era alimentato attraverso un sondino gastrico. Dopo poco però ha iniziato a non star bene: vomito, dissenteria e singhiozzo ininterrotti, praticamente da 4 giorni, senza alcun rimedio. E' stata eseguita una TAC e ne è risultato un piccolo ematoma attorno alla protesi inserita e fegato e cistifellea fortemente ingrossati. A cosa potrebbe essere dovuta questa ricaduta e come si potrebbe risolvere, visto che effettivamente siamo molto preoccupati?

Grazie dell'attenzione.
Distinti saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
La presenza di un piccolo ematoma non e' preoccupante, andra' ovviamente seguito un TC seriate. Per cio il problema non e' ben chiaro dal momento che non so se il paziente abbia o meno calcoli, o se avesse problemi epatici pre-operaori.
Arrivederci
cecchini