Utente 267XXX
Mio marito a giugno ha scoperto uno Spermiogramma pessimo (x concentrazione,motilità,morfologia), esami genetici normali, FSH alto (15 contro Max 12), varicocele sx 3 liv. da operare. 37 anni.
Sara' ancora possibile sperare nella provetta?
quanto puo incidere il tempismo dovendo ancora affrontare l'intervento?
Meglio congelare il poco rimasto?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Enrico Conti
44% attività
0% attualità
16% socialità
ALBA (CN)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2011
Gentile signora, i quesiti che Lei pone non sono di facile risoluzione, specialmente non avendo idea della esatta situazione.
L'FSH elevato fa pensare senz'altro ad una "insufficienza" di produzione germinale (spermatozoi), ma di per sè non spiega le cause.
In linea di massima, visto il basso costo/impegno, la crioconservazione è una buona cosa, soprattutto quando non è ben chiaro se c'è una evoluzione verso il peggioramento.
La tempistica di attesa dell'intervento di correzione del varicocele, non incide tanto sulla fertilità maschile futura recuperabile, quanto in generale sulla tempistica (sempre futura) della possibilità di procreare. Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 267XXX

Iscritto dal 2012
Grazie per la tempestiva risposta in un momento così difficile... Il problema che, anche x la crioconservazione, presso l'istituto di Milano dove siamo in cura e dove verra' operato, si parla di 6 mesi di attesa... E se poi non rimanesse più nulla? Già la possibilita della provetta per noi sarebbe un sogno... Tutti gli altri valori ed esami sono nella norma... Solo spermiogramma, fsh e spermiogramma sono stati riscontrati (per puro caso!)...
[#3] dopo  
Dr. Enrico Conti
44% attività
0% attualità
16% socialità
ALBA (CN)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2011
Gentile signora, la crioconservazione 6 mesi? La crio dei liquido seminale è una procedura semplice e veloce. E' stata forse proposta una biopsia testicolare a scopo diagnostico e di crioconservazione (TESE)? Chiedo perchè non è chiaro. Cordiali saluti
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettrice,

la crioconservazione del liquido seminale, finalizzata ad un successivo ciclo con l'utilizzo di tecnica di riproduzione assistita (Fivet o ICSI), non richiede interventi chirurgici e non ha generalmente tempi di attesa, come già dettole dal collega Conti.

Ma esattamente quali sono i dati negativi che caratterizzano il liquido seminale di suo marito?

Comunque, se desidera poi avere informazioni più dettagliate sull’utilizzo delle tecniche di riproduzione assistita, le consiglio di consultare anche gl’articoli pubblicati e visibili agl'indirizzi:

http://www.medicitalia.it/minforma/ginecologia-e-ostetricia/1026-inseminazione-intrauterina.html ,

http://www.medicitalia.it/minforma/ginecologia-e-ostetricia/215-fecondazione-vitro-icsi-svolgono-avviene-laboratorio.html .

Un cordiale saluto.
[#5] dopo  
Utente 267XXX

Iscritto dal 2012
purtroppo al san Matteo di Pavia si parla proprio di 4-5 mesi mentre all'humanitas a Milano anche 6...
E solo per congelare... Almeno questo e' quello che mi hanno detto...
Secondo Lei e' meglio andare quindi privatamente? Non saprei dove... Noi siamo in cura li...
Ma non vorrei perdere mesi preziosi soprattutto ai fini di possibili peggioramenti pre e post intervento...
[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettrice,

non so che dirle, sono tempi che mi risultano particolarmente lunghi.

Ma che "numeri" presenta il liquido seminale di suo marito?

Ancora cordiali saluti.
[#7] dopo  
Utente 267XXX

Iscritto dal 2012
Volume 2.8 ml, nr. Sperm. 0.23 ml, nr. Sperm.0.64 eiac., tipici o norm. 2%, atipici 98 (88 x testa)= oligozoospermia, astenozoospermia, teratozoospermia

+ ureaplasma ureal. 10.000

cosa ne pensa, potremo ancora sperare di arrivare alla provetta dopo l'intervento???
[#8] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettrice,

se ha letto bene gl’articoli da noi già pubblicati e sempre visibili agl'indirizzi già indicati:

http://www.medicitalia.it/minforma/Ginecologia-e-ostetricia/1026/L-inse

http://www.medicitalia.it/minforma/ginecologia-e-ostetricia/215/la-feco ,

avrà già capito che sperare con l' utilizzo di una tecnica di riproduzione assistita (la famosa "provetta") sempre si può fare anche con un numero molto baso di spermatozoi.

Ancora un cordiale saluto.


[#9] dopo  
Utente 267XXX

Iscritto dal 2012
Mille grazie... Resto speranzosa...
Spero di poter far qualcosa per accorciare i tempi...
Magari mentre lui sarà operato e dovrà aspettare (quanto?) per le verifiche io potrò portarmi avanti con gli esami che poi mi verranno richiesti?
Cordialmente
[#10] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Per verificare gli eventuali miglioramenti del liquido seminale, dopo un intervento di varicocelectomia, bisogna aspettare almeno 6-12 mesi.

Cordiali saluti.
[#11] dopo  
Utente 267XXX

Iscritto dal 2012
Secondo Voi, per cercare di accelerare un po' i tempi, avendo davanti l'attesa per l'intervento di varicocele (almeno 1 mese) + l'attesa x verificare eventuali miglioramenti ( 6 mesi , anche se già ci hanno detto che con questi valori e' praticamente impossibile che ritornino a valori normali) + l'attesa x eventuali ulteriori esami e l'attesa (circa 6 mesi) per un eventuale pma, possiamo provare a chiedere intanto di effettuare, almeno io, tutti gli esami che serviranno ed essere già inserita in quella lista di attesa???
[#12] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Certo!

Mi sembra una cosa saggia da fare!

Cordiali saluti.
[#13] dopo  
Utente 267XXX

Iscritto dal 2012
Sarebbe già una cosa fantastica!
Ma sicuramente non sarà facile convincere lo specialista che comunque per mettermi in lista deve certificare la sterilita' nonostante l'intervento ancora da fare... Spero veramente di farcela, si accettano suggerimenti...
[#14] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Non disperi...prima di provare!
[#15] dopo  
Utente 267XXX

Iscritto dal 2012
Speriamo!
Un'ultima (forse!) domanda....
In questa situazione, non avere rapporti per alcuni mesi consecutivi puo incidere peggiorandola???
Infinitamente grazie!
[#16] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
In queste "situazioni" si consiglia sempre una vita sessuale regolare!

Un cordiale saluto.
[#17] dopo  
Dr. Enrico Conti
44% attività
0% attualità
16% socialità
ALBA (CN)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2011
Mi permetto di aggiungere che l'infezione da ureaplasma andrebbe comunque trattata prima della correzione del varicocele e che, al fine di facilitare una opinione specialistica, i parametri seminali andrebbero espressi dai laboratori secondo le modalità indicate dal WHO 2010 e - come tali - riportati dalle persone interessate. Cordiali saluti ancora
[#18] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettrice,

faccia ripetere, con il consiglio mirato del vostro andrologo, l'esame del liquido seminale a suo marito in un laboratorio dedicato e poi ci aggiorni.

Ancora un cordiale salutio.
[#19] dopo  
Utente 267XXX

Iscritto dal 2012
scusate ma non mi e' ben chiaro...
L'andrologo che opererà naturalmente ha visto lo spermiogramma fatto, su prescrizione della mia ginecologa, al san Matteo di Pavia.
Ora ha detto che andrà ripetuto 6 mesi dopo l'intervento, ma non ha messo in dubbio l'esito...
Ok che mio marito fino ad ora ne ha fatto solo 1 ma ci sono anche gli esami ormonali e il varicocele che comprovano il problema...E la mancanza della gravidanza, naturalmente...
L'Ureaplasma positivo sia nello spermiocoltura che nei tamponi sia suoi che miei l'abbiamo curato x anni con mille antibiotici combattendolo solo con il bassado x 15 gg ma un mese dopo torniamo subito positivi...
Ecco perché le lunghe astinenze... E' proprio da qui che siamo partiti...
Ora sembra non interessare ai medici che dicono non centrare con il discorso della fertilita e cercano di rinforzare solo le mie difese con cure locali di ormoni e idratanti...
Grazie mille...
Non sappiamo più che fare, ci siamo affidati ai centri migliori della nostra città ma il tempo, insieme alle speranze, passano...
[#20] dopo  
Utente 267XXX

Iscritto dal 2012
vi aggiornerei per un ulteriore vs. Prezioso consiglio:
Intervento di varicocele rimandato perché comunque rischioso visti i già scarsissimi valori dello spermiogramma, 3 tentativi di crioconservazione falliti per troppe modeste quantità...
Si decide quindi di intraprendere il percorso della icsi, eventualmente anche con il prelevamento testicolare tese...
Ora quindi tocca a me...
Ciclo mestruale sempre perfetto, Esami ormonali al 3 gg del ciclo perfetti, tranne che la prolattina:
Valori di riferimento: 1,2-29 ng/ml con metodo chemiluminescenza Cmia, prelievo basale 36,43 e secondo prelievo dopo 12 minuti (come prescritto) 30,87.
Non ho mai avuto disturbi, ne di ciclo ne di seno, ho però paura dei prelievi e Spt impressione alla vista del sangue. In più non mi hanno fatto coricare Na lasciata in piedi ad aspettare. Potrebbe essere quella la causa o è meglio che io lo ripeta in vista della prossima visita ( onde evitare di essere rimandata nella lista d'attesa x la icsi?)
Grazie mille.
[#21] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

l'andamento della prolattina, da lei segnalato, potrebbe essere già spiegato da tutti i fattori che lei ci ha raccontato; comunque ora senta sempre in diretta la sua ginecologa.

Cordiali saluti.
[#22] dopo  
Utente 267XXX

Iscritto dal 2012
Bene, almeno mi tranquillizzo un po'... Ci mancava solo questa!

Un'ultimissima cosa, secondo voi si può affrontare (chiaramente illudendosi un po'!) una icsi, magari anche con la tese se entrambi risultiamo ancora e sempre (da ormai un decennio) sia a livello di tamponi che di spermiocoltura alla maledettissima ureaplasma urealyticum ?
Abbiamo tentato in ogni modo di guarirne, abbiamo mangiato negli anni ogni tipo di antibiotico, ma continua a tornare...
Attualmente il ginecologo e l'andrologo che ci hanno in cura non ne fanno un problema e dicono che non centra, ma poi leggo pareri diversi e mi preoccupo...
Dopo tanti anni di tentativo non credo che riusciremo mai a debellarlo!!!

Cosa ne pensate?
[#23] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettrice,

hanno ragione l'andrologo e il ginecologo che vi stanno seguendo e, se la soluzione indicata è verso una tecnica di riproduzione assistita ora è bene pensare a questa.

Risolto il problema principale, poi si rivaluterà l'altra situazione infiammatoria lamentata.

Cordiali saluti.
[#24] dopo  
Utente 267XXX

Iscritto dal 2012
Infinitamente grazie!!!
Non voglio rimandare tutto per rifare mesi di antibiotici inutili...
Grazie ancora...
[#25] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Bene, fatto il tutto poi ci riaggiorni, se lo ritiene utile.
[#26] dopo  
Utente 267XXX

Iscritto dal 2012
essendo quindi attualmente il problema principale lo scarso quantitativo "utile" nello spermiogramma, esiste a vs. Avviso qualche "rimedio" utile?
Mi spiego, ho letto tante cure di vitamine, ginseng, acido folico, zinco...
Mio marito non ha mai provato nulla, ma magari un po' di questi prodotti male non dovrebbero fare, cosa ci consigliate? Visto anche il quarto tentativo di criocongelamento in programma...
Proviamo con il multicentrum uomo???.... esiste di meglio? O e' meglio lasciare perdere?
Ne parleremo anche con i medici che ci hanno in cura, ma attualmente non e' facile trovarli...
Grazie...
[#27] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettrice,

senza una valutazione clinica diretta e senza una indicazione mirata è meglio lasciar perdere!

Ancora cordiali saluti.
[#28] dopo  
Utente 267XXX

Iscritto dal 2012
Mi rivolgo ancora a Voi perché sono sempre più confusa e preoccupata...
Ho appena ritirato gli ultimi 3 esami mancanti:
Inibina beta perfetta
Anti Clamidia igc alto
Anti Clamidia IGM assenti

Ma soprattutto...

Amh ormone antimulleriano metodo Elisa 0,8 con valori di riferimento 2-5 ng/ml

Ora vi prego ditemi qualcosa voi, quello che ho letto e' terribile...

Ricordo eh il ciclo e' perfetto con regolare ovulazione, gli altri ormoni sono perfetti e i problemi grossi erano di mio marito...

Ho fatto questi per arrivare alla icsi... Ma sarà ancora possibile???


Grazie....
[#29] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettrice,

la presenza di IgG alte e di IgM assenti indica solo che lei in passato ha avuto una infiammazione sostenuta da Chlamydiae.

Sul fattore Antimulleriano invece le informazioni più corrette solo il suo ginecologo, dopo attenta valutazione o rivalutazione clinica, le potrà dire qualcosa di preciso e serio.

Ancora cordiali saluti.
[#30] dopo  
Utente 267XXX

Iscritto dal 2012
Mi scusi, mi resta un dubbio...
Sto facendo da 6 mesi una cura locale di Vagifem (estradiolo), non è che per caso potrebbe aver influito sull'ormone antimulleriano???

Sa, le speranze sono le ultime a morire...
[#31] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
No , generalmente questo tipo di terapia non influisce sulle dinamiche dell'ormone antimulleriano.

Ancora cordiali saluti.
[#32] dopo  
Utente 267XXX

Iscritto dal 2012
Aggiornamento: siamo in lista per la icsi in primavera!
Il medico che ci segue però ha scritto che siamo consapevoli che sul momento potrebbero non trovarsi spermatozoi utilizzabili costringendoci alla crioconservazione degli ovuli prodotti.
E ci ha consigliato un ulteriore incontro con l'andrologo.

Cosa ne pensate, e' meglio "insistere" per optare direttamente per prelievo bilaterale di spermatozoi dai testicoli (TESE)? Almeno così ci sarebbero più possibilità... È risaputo che comunque utilizzare materiale fresco e' sempre meglio...

Questa inizialmente c'era stata consigliata come ultima spiaggia dopo anche eventualmente l'intervento di varicocele, ma siccome sono falliti tutti i tentativi di crioconservazione degli spermatozoi l'intervento passa in secondo piano e viene rimandato per non rischiare e perdere ulteriore tempo...

Attendo un vs. parere... Non voglio illudermi perché so che le possibilità sono pochissime e almeno vorrei far tutto il possibile per evitare tentativi inutili...
[#33] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettrice,

segua le indicazioni ricevute.

Prima bisogna verificare la presenza di spermatozoi e procedere alla loro eventuale crioconservazione.

Che sia "risaputo che utilizzare materiale fresco e' sempre meglio.." invece è un messaggio che non trova conferme in chi lavora in un Centro di Patologia della Riproduzione Umana, come il sottoscritto, e in numerosi lavori scientifici in questo senso pubblicati.

Ancora un cordiale saluto.
[#34] dopo  
Utente 267XXX

Iscritto dal 2012
Buonasera,
Il ginecologo pur mettendoci in lista x la icsi ci ha rimandati all'andrologo che avrebbe rimandato l'intervento di varicocele sx di 3 stadio x non perdere tempo prezioso x la mia bassa riserva ovarica e avrebbe intenzione di partire in prima battuta con prelievo testicolare destro (x non creare ematomi al sinistro con il varicocele).
Se si troverà qualcosa si congelerà in vista della icsi, diversamente non rimarrà che provare l'intervento (4 tentativi di crioconservazione di spermatozoi falliti x il basso nr.) magari congelando i miei ovociti per non rischiare di perdere anche quelli.
Ora vi chiedo: cosa ne pensate?
Ma normalmente la tese non è fatta contemporaneamente al trasfer?
E normalmente ci sono più possibilità di trovare materiale con il prelievo testicolare anche solo da 1 testicolo piuttosto che naturalmente?
Esistono altre vie secondo voi?
grazie!
[#35] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettrice,

le indicazioni ricevute sono sostanzialmente corrette.

Infatti normalmente la tese non è fatta contemporaneamente al transfer ma prima per essere sicuri di trovare qualche spermatozoo.

Cordiali saluti.
[#36] dopo  
Utente 267XXX

Iscritto dal 2012
Buonasera,

venerdì mio marito e' stato sottoposto a biopsia testicolare (del solo testicolo di destra perché nel sinistro c'è varicocele di 3 stadio).

Durante l'intervento l'andrologo gli ha solo detto che è positivo perché gli spermatozoi c'erano.

Le possibilità di trovarne erano poche dati i numerosi tentativi falliti di crioconservazione a fresco.

Sulla lettera di dimissione però c'è solo scritto "criptozoospermia estrema a genesi secretoria. In attesa di referto".

Ora non sappiamo altro e non viviamo più.

Secondo voi:

- quanti giorni ci vorranno ancora per gli esiti?
- cosa ci possiamo aspettare alla luce di tutto ciò?
E' comunque possibile che, questo fantomatico positivo possa cambiare???

La partenza dell'induzione e' in base all'esito chirurgico...

Come sempre infinitamente grazie...
[#37] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Ma è stata fatta anche la crioconservazione degli spermatozoi trovati?
[#38] dopo  
Utente 267XXX

Iscritto dal 2012
La finalità era proprio quella ma di ufficiale, a parte quel l'"esito positivo, ci sono" del subito dopo intervento, ancora nulla...
Sapevamo che c'era la possibilità anche di più taglietti ma alla fine mio marito ne ha uno solo...

Cosa ne pensate???
[#39] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettrice,

ma senza nulla di scritto e preciso,cosa possiamo dirle?

Generalmente, se fatta una crioconservazione, nei giorni successivi, viene indicato almeno quanto è stato crioconservato, il numero degli spermatozoi e la loro eventuale motilità.

Si informi presso la struttura dove il marito ha fatto l'intervento e poi ci riaggiorni!

Ancora cordiali saluti.
[#40] dopo  
Utente 267XXX

Iscritto dal 2012
Ritirati gli esiti:
Criptozoospermia estrema da ipospermatogenesi.
Biopsia testicolare: sezioni di didimo caratterizzata da maturazione completa della linea germinale che sfalda nel lume dei tubuli. 10-12 spermatozoi e 10-12 spermatidi x tubulo. Cellule di leyding nei limiti, epidimo regolare.
Dopo trattamento e diluizione si repertano 300.000 spermatozoi / ml (volume finale = 1ml) eosin test 80% crioconservate 2 paillettes da 0,5 ml.
L'andrologo ha solo detto: "poco ma buono, avete 2 tentativi di icsi".

Voi cosa ne pensate???

Grazie!
[#41] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Bene, ora il quadro è meglio definito e si può condividere il parere del suo andrologo.

Ancora cordiali saluti.
[#42] dopo  
Utente 267XXX

Iscritto dal 2012
Buonasera,
Mi sta salendo l'ansia e come sempre mi rivolgo a Voi...
Il prof. Mi ha prescritto al 20 gg del ciclo 1/2 puntura intramuscolo di enantone 3,75 (da 180€!) che mi sono fatta fare da un'infermiera in pensione.
Siccome stavamo chiacchierando e siccome non ho avuto nessunissimo disturbo ora mi viene il dubbio che, essendo concentrata x farmene metà (di una siringa non graduata!) e siccome la siringa conteneva già un liquido che però andava mescolato a un polverina contenuta in un altro flacconcino, lei non abbi mischiato il tutto ma mi abbia fatto solo il liquido...
Naturalmente a distanza di 7 gg entrambe non ci ricordiamo e abbiamo buttato tutto...
La mia domanda e' questa:
All'inizio del ciclo dovrò tornare dal prof che mi farà un'eco e mi darà il proseguo della terapia x arrivare alla mia prima icsi, in quel frangente lui si accorgerà se la puntura e' stata fatta correttamente svolgendo la sua funzione?

Come sempre grazie e scusatemi...
[#43] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Certo!

Il controllo delle sue ovaie svelerà eventualmente questo errore.
[#44] dopo  
Utente 267XXX

Iscritto dal 2012
Buonasera!
Anche oggi, in preda al l'ansia, ricorro a voi...
Allora, ho iniziato la stimolazione ovarica mercoledì scorso (dopo uno strano ritardo del ciclo di circa 6 giorni, probabilmente dovuto alla mezza iniezione di Enantone), oggi ho fatto il primo monitoraggio in vista della possibile Icsi, ecografia ok: 1 solo ovulo a destra ma 4 ovuli belli a sinistra + 4 piccolini...
Peccato che poi mi chiamano xche dal prelievo hanno trovato valori alti di progesterone!
Al tel mi hanno solo detto che magari e' un residuo del ciclo scorso ma intanto mi anticipano un nuovo prelievo x domani... Ho letto nel web che con valori alti si sospendono i cicli di stimolazione xche intanto non ci sarebbero possibilità di fecondazione...
Cosa ne pensate???? Non mi resta che aspettarsi il peggio???