Utente 233XXX
Buongiorno a tutti!
Premettendo che sono stato operato circa 7 anni fa(ora ho 27 annI) di fimosi serrata, la situazione era abbastanza "critica" perche c'era una forte
infiammazione del glande che aveva colpito anche il meato uretrale portandolo ad una stenosi(poi risolta tramite una pomata della
quale non ricordo il nome).
Il decorso è stato normale l'unica cosa degna di nota è la scritta "lichen sclerosus" su anamnesi prossima...
A me i dottori all epoca non hanno detto nulla e non ci avevo fatto caso fino a qualche tempo fa in cui ho iniziato ad avere dei leggeri
disturbi!
tutto è iniziato un periodo in cui ho avuto una vita sessuale intensa (protetta) e anche nello stesso periodo mi masturbavo
spesso, finche non mi colpi un' uretrite (diagnosticatam dal medico di famiglia) e curata con 5 gg di ciproxin..
Ho consultato anche un urologo( quello che mi ha seguito nel post-operazione , di cui mi fido moltissimo) e dopo la visita e
la consultazione di analisi da me fatte ( sangue, esami urine, urinocoltura, spermiogramma, spermiocoltura , tutte nella norma)
non mi ha trovato nulla mi ha spiegato di una "situazione" (tipo un leggero edema prostatico , scusate non ricordo bene il nome)
che crea dei leggeri disturbi tipo il mio , ovvero un leggero fastidio durante la minzione ( non sempre)..
Qualche settimana dopo spulciando i miei fogli leggo questa cosa "anamnesi prossima lichen sclerosus",faccio un po di ricerche online e la settimana
dopo mi reco da una dermatologo venerologo( di cui mi sono servito da bambino per altre cose e tanti parenti e amici e mi fido anche di questo dottore, visto
la risoluzione di ogni precedente problema, anche una difficile psioriasi di mia sorella)..
Controlla le analisi mi visita e non trova nulla, solamente una crema con vitamina E da applicare ogni tanto..spiego che ogni tanto
ho qualche arrossamento al glande ( ma sempre per poco tempo tipo 2 oore o anche meno , mai continuativo) e mi dice che è
una situazione normale... faccio ovviamente cenno del lichen e mi dice che assolutamente (almeno per ora) non ho nulla..
(Anche nulla di sessuale perche si vedrebbe dalle analisi e comunque visitando e comunque sottolineo che ho sempre avuto rapporti
protetti)
Ora a distanza di qualche mese la situazione non è affatto peggiorata, anzi direi che è migliorata pero' capita ogni tanto
di avere il glande(in qualche zona) leggermente arrossato per magari mezz ora, un ora e a volta qualche piccola spellatura (ma talmente
leggera che con un dito leggermente bagnato si toglie e non si ripresenta) questa cosa si presenta ongi tanto ( parlo di 2-3 volte in 6-7 mesi)
dopo la masturbazione...
e permane anche se modesto (sempre salutariamente) un leggero fastidio allo sbocco uretrale durante la minzione...
La mia domanda è la seguente...é compatibile con un quadro di lichen che sta attaccando il meato uretrale?? c'è un test?
scusate se mi sono dilungato ma era per esprimere il quiadro al meglio!
saluti

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Silvia Suetti
36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
Gentilissimo,

Test per lichen sclerosus c'e ne sono e vanno dalla valutazione venereologica alla peniscopia digitale alla biopsia; il tutto pero' viene sempre dopo la visita dermatologico veneroelogica: lei l'ha compiuta quindi deve stare sereno!

Carissimi saluti
[#2] dopo  
Utente 233XXX

Iscritto dal 2011
grazie mille della risposta data cosi velocemente!
Però dottoressa vorrei porle una domanda (per quanto telematic amente sia impossibile una valutazione)..
A visita venerologica effettuata e andata bene, visita urologica idem e analisi (urine , sperma ecc ecc) a cosa puo essere dovuto un po di secchezza della pelle dell asta(non so se sia il termine corretto scusi) e del glande intorno al meato ? tanto da provocare saltuariamente delle leggere screpolature? tipo una leggera arsura....

grazie ancora!!
[#3] dopo  
Dr. Silvia Suetti
36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Una secchezza del glande (parliamo in termini ipotetici) può essere determinata da motivi irritativi, infettivi dermatosici (malattie dermatologiche ad andamento cronico recidivante), laddove e' escluso in primis un lichen slcerosus in fase iniziale.
come vede le cause sono troppe e tutte diverse per poter dare un orientamento selettivo.
Ancora Carissimi saluti
[#4] dopo  
Utente 233XXX

Iscritto dal 2011
grazie mille dottoressa è stata gentilissima!!
posso farle un ultima domanda? delle analisi (urine ,sperma) con assenza di leucociti escludono comunque una qualsiasi infezione? o è consigliabile un tampone per togliere qualsiasi dubbio?
[#5] dopo  
Dr. Silvia Suetti
36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
no, non la escludono affatto. serve la visita anche per queste cose
cari saluti ancora