Utente 146XXX
Salve,
premesso che da diversi anni, effettuando le analisi del sangue ho riscontrato ematocrito alto, colesterolo ldl alto (vedere valori del consulto di due anni fa al link http://www.medicitalia.it/consulti/Medicina-generale/137140/Analisi-del-sangue-con-qualche-valore-anormale) e che in famiglia dalla parte di mio padre sono presenti numerosissimi casi di infarto e ictus e colesterolo alto di natura NON alimentare, ho ripetuto le analisi del sangue e i risultati sono i seguenti:

GLICEMIA..........91 mg/dl (60-110)
UREA.................23 mg/dl (18/50)
ACIDO URICO.....4,4 mg/dl (3,4-7,0)
AST (GOT) ........ 19 UI/L (5-46)
ALT (GPT) ........ 30 UI/L (5-45)
GAMMA-GLUTAMIL-TRANSPEPTIDASI (GGT).... 27 UI/L (1-61)
COLESTEROLO TOT... 246 ** mg/dl (120-230)
COLESTEROLO HDL... 41 mg/dl (20-170)
TRIGLICERIDI ..... 84 mg/dl (35-85)

(EMOCROMO)
WBC 9.24 [10^3/uL] (m.f. 4.0-11.0)
NEUTRO 51.8 * [%] (m.f. 40-74)
LINFO 36.4 * [%] (m.f. 20-48)
MONO 6.5 * [%] (m.f. 3-11.0)
EOSI 5.0 [%] (m.f. 0-8)
BASO 0.3 [%] (m.f.0-1.5)
NEUTRO 4.79 * [10^3/uL] (m.f.2.0-8.0)
LINFO 3.36 * [10^3/uL] (m.f.1.0-5.0)
MONO 0.60 * [10^3/uL] (m.f.0.16-1.0)
EOSI 0.46 * [10^3/uL] (m.f.0-0.8)
BASO 0.03 * [10^3/uL] (m.f. 0-0.2)

RBC 5.45 [10^6/uL] (m.4.2-5.5 f.3.8-5.0)
HGB 17.2 + [g/dL] (m.12-18 f.12-16)
HCT 51.0 + [%] (m.37-52 f.35-48)
MCV 93.6 [fL] (m.f.80-99)
MCH 31.6 [pg] (m.f.26-31)
MCHC 33.7 [%] (m.f.31-36)

RDW-SD 44.8 [fL] (m.f.38-48)
RDW-CV 13.1 [%] (m.f.11-15)

PLT 236 [10^3/uL] (m.f.150-450)
MPV 10.7 [fL] (m.f.7-11)
P-LCR 30.9 [%] (m.f.15-40)
PDW 12.5 [fL] (m.f.9-17)
PCT 0.25 [%] (m.f.0.19-0.38)

Alla luce del fatto che ho 30anni, faccio una vita molto sedentaria, sono alto 1.75 x 57 kg, fumavo 15-20 sigarette al giorno (ho fumato per 15 anni), mio padre ha avuto il primo infarto a 33 anni, a causa dei miei stessi problemi, il mio medico di famiglia conoscendo i problemi di salute di tutta la mia famiglia, mi voleva prescrivere la cardioaspirina per "fluidificare" il sangue in quanto secondo lui l'ematocrito è sempre altino, e la pillola per il colesterolo, ma mi sono momentaneamente rifiutato e insieme abbiamo scelto che: smettessi di fumare e cominciassi a fare attività fisica (oltre che controllare l'alimentazione a causa del colesterolo) in modo da ripetere gli esami del sangue tra 3-4 mesi e vedere se l'ematocrito alto era dovuto al fumo o meno, e se il colesterolo LDL si abbassa. Ebbene, da 1 settimana non fumo più e ho cominciato da qualche giorno a fare fitness in palestra.

Le mie domande sono le seguenti:
1) Da quando ho smesso di fumare i miei battiti vanno dai 53 ai 65 bpm (mentre prima non erano mai sotto i 90 bpm). E' normale un calo così drastico dei bpm? E' legata all'interruzione del fumo?
2) L'ematocrito è davvero così preoccupante? E' necessaria la cardioaspirina nel mio caso?
3) Esiste un esame per vedere se ho delle arterie occluse e sono a rischio infarto?
Grazie mille

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
il fumo tende in genere ad innalzare tanto la frequenza cardiaca che, anche se più difficilmente, l'ematocrito. I valori riscontrati e la sua età non lasciano però propendere per un inizio di terapia farmacologica, se non prima di effettuare per almeno 3 mesi una corretta dieta alimentare ed una costante attività fisica.
Saluti