Utente 101XXX
buongiorno,gia usufruito del vostro prezioso consulto piu' di una volta,sono simona ho 39 anni diaqnosi di connettivite indifferenziata nel 2008,a causa di una forte emicrania persistente,durata per piu' di 10 gg,ho eseguito il controllo della pressione arteriosa con risultati170/180 102/115 battiti 98/100, premetto che ho un'insufficienza mitralica con sovraccarico ventricolare sx,oggi ho messo l'holter pressorio pero' dopo piccolissimi sforzi,come rifare un letto o passare l'aspirapolvere,la pressione e' arrivata a 190 118 battiti 100,io prendo triatec hct e deltacortene 5mg,inoltre sono un soggetto anemico da cosa dipende questa minima cosi' alta?cordialmente

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Può dipendere tanto dalla patologia di base della quale lei soffre, quanto dai farmaci che sono necessari per combatterla (i cortisonici)...in ogni caso occorre aggiustare la terapia antipertensiva perchè i suoi non sono valori accettabili..
Lo faccia presente al suo cardiologo di fiducia
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 101XXX

Iscritto dal 2009
la ringrazio dottor Rillo per la gentile risposta,oggi ho tolto l'holter purtroppo i valori si sono mantenuti alti,soprattutto la minima,anche di notte..volevo porLe un'altra domanda posso rischiare qualcosa a livello cardiaco o celebrale,tipo ictus,con questi valori alti?
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
E' possibile...non sono valori accettabili e al più presto occorre provvedere a una modifica della terapia in corso (non posso prescriverla io per vie telematiche e per questo le ho consigliato di rivolgersi al più presto al suo cardiologo)...non dovrebbe essere difficile riportare i valori pressori entro i limiti e comunque, non dimentichi di ridurre drasticamente l'uso del sale di cucina.
Saluti
[#4] dopo  
Utente 101XXX

Iscritto dal 2009
dottore la ringrazio davvero di cuore..inoltre ,se posso,vorrei chiederLe ancora...io a casa ho una macchinetta della pressione elettronica,pero' rispetto ai valori che registrava l'holter ,quelli della mia macchinetta ,erano davvero molto discostanti,tendenti generalmente a valori inferiori...ora mi interrogo sull'affidabilita' di questi macchinari e cosa sarebbe meglio acquistare per monitorare la pressione a casa.La ringrazio nuovamente
[#5] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Il problema della misurazione pressoria a domicilio, oltre ai limiti (per onestà a volte anche accettabili) degli strumenti automatici, è che non dà informazioni dettagliate sull'andamento dei valori nell'arco delle 24 ore. Quindi è possibile che una ipertensione con valori non accettabili, venga mal interpretata, seguendo la singola misurazione e considerata erroneamente sotto controllo. In questi casi si può parlare di ipertensione "mascherata" in maniera analoga a quanto accade per i pazienti che la misurano nell'ambulatorio medico riscontrandola normale e poi a domicilio presentanoelevati valori (magari senza saperlo). Quindi mi affiderei più al riscontro dell'Holter pressorio, monitorizzando successivamente i valori pressori (anche con l'aparecchio automatico), ma con una misurazione a settimana fatta 2 volte (mattina e pomeriggio) nell'arco della stessa giornata e dopo essere stato seduto e tranquillo almeno per 15 m' (sempre prima di prendere farmaci antipertensivi).
Saluti
[#6] dopo  
Utente 101XXX

Iscritto dal 2009
buongiorno dottore,la disturbo nuovamente,dall'analisi dei risultati dell'holter,il cardiologo ha ritenuto opportuno modificare la cura con il neolotan e lasix,inoltre nel referto c'e' scritto sindrome ipercinetica con ipertensione ,insufficienza mitralica e tricuspidale e sovraccarico ventricolare sx,ho chiesto delucidazioni in merito ma essendo u dottore di poche parole mi ha risposto solo di tenere sotto controllo la pressione ,che non deve mai andare oltre i 130/80 in caso contrario ritornare immediatamente da lui.devo preoccupARMI?COS'E' QUESTA SINDROME IPERCINETICA? CORDIALI SALUTI SIMONA
[#7] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Non è un' "entità nosologica" pertanto occorre che chi ha utilizzato questà frase ne dia le dovute delucidazioni...in via del tutto generica per "ipercinetico" potrebbe intendersi un equilibrio cardio-circolatorio "accelerato" come può verificarsi nei casi di anemia, febbre, insufficienza aortica, beri-beri etc...ma nel suo caso proprio non capisco cosa vuol significare....L'insufficienza mitralica e tricuspidale vanno innanzitutto quantificate e va esplicitato se il sovraccarico ventricolare sinistro è valutato emodinamicamente o elettrocardiograficamente...Non posso esserle di aiuto a distanza e se ha perplessità sappi che è un suo diritto chiedere spiegazioni e un dovere del medico dargliele...
saluti