Utente 276XXX
Salve,
vorrei un consiglio sulla cura che posso effettuare per dei condilomi all'altezza di glande e prepuzio. Mi è stato prescritto il Condyline (3 giorni di applicazioni 2 volte al giorno, poi 4 giorni di pausa, il tutto al massimo per 5 settimane).
Devo dire che non c'è mai stato bisogno di applicarlo più di una settimana, cioè al terzo giorno sono spariti, lasciando una ferita in quella zona, poi rimarginata.
Purtroppo però continuano a tornare dopo qualche settimana, ed io ho continuato ad applicare il Condyline. Sono mesi che vado avanti cosi. Sapete dirmi una cura alternativa e magari più efficace?
grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

se la strategia terapeutica propostale non riesce a risolvere in modo definitivo il suo problema, è bene risentire il suo medico di fiducia e con lui valutare altre soluzioni strategiche alternative come l'elettrocoagulazioni delle formazioni condilomatose, oppure l'uso del laser o dell'applicazione di azoto liquido.

Risenta ora il suo medico di riferimento e poi, se lo desidera, ci riaggiorni.

Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

da questa postazione non possiamo aiutarla poichè sarebbe necessaria una visita diretta per stabilire se procedere con una terapia medica oppure chirurgica (laserterapia). Le consiglio eventualmente un consulto anche con il suo medico di base che valutata la situazione le saprà dare le giuste informazioni.

Un cordiale saluto
[#3] dopo  
Utente 276XXX

Iscritto dal 2012
Vi ringrazio, tra qualche giorno farò un'altra peniscopia e parlerò col dottore. Intanto mi è successa un'altra cosa.
Ieri mi sono comparse 5 formazioni sul glande, precisamente vicino alla punta. Sono piccole e poste a distanza molto ravvicinata, quasi a formare un rombo. Sinceramente però non mi sembrano condilomi, hanno più l'aspetto di bollicine perché mi sembrano anche arrossate. Non danno nessun prurito o altro tipo di sintomo.
Da un lato quindi non mi sembrano condilomi per via dell'aspetto, dall'altro però non vedo cos'altro possano essere dato che il mio problema ora è quello dell'hpv. So già che non potete fare una diagnosi da qui, ma la mia domanda è la seguente: è possibile che l'applicazione di condyline (avvenuta l'ultima volta neanche una settimana fa) abbia provocato una candidosi? All'ultima peniscopia a luglio (in quel momento negativa) il dottore mi aveva diagnosticato proprio questo (solo che non c'era nessuna bollicina) e ha detto che era conseguenza delle bruciature, dandomi lavaggi con euclorina.
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

nulla da qui possiamo escludere ma la rimandiamo per l'ultima diagnosi finale al suo medico di fiducia che sicuramente tra poco valuterà il suo problema in diretta.

Cordiali saluti.
[#5] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Aspettiamo la visita, da questa postazione non riusciamo a dirle di più
[#6] dopo  
Utente 276XXX

Iscritto dal 2012
Ho preferito prima fare una visita dal dermatologo venereologo, perché mi sono reso conto che queste formazioni potessero avere l'aspetto di papule piuttosto che di condilomi (in effetti ancora credo che l'aspetto sia simile, ma non me ne intendo tal punto). Il dermatologo ha detto che si tratta di una balanite e che la zona è irritata (probabilmente grazie all'uso eccessivo nel tempo del condyline). Mi ha detto di non lavarla neanche col sapone, ma usando un detergente prescritto da lui, ed inoltre mi ha dato la crema "eozync" da applicare per una settimana due volte al dì sulla zona interessata.
Se è veramente un'irritazione rimanderei l'applicazione di acido acetico più avanti.
[#7] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
segua i consigli dello specialista e se poi lo desiderasse ci faccia sapere.
[#8] dopo  
Utente 276XXX

Iscritto dal 2012
Era una balanite e mi è passata dopo applicazione di varie pomate.
Ho fatto alcune visite dermatologiche in questi mesi dove non hanno riscontrato nulla di clinico, e mi è stato detto di stare tranquillo. Quindi credo che non dovrei avere più niente, almeno di visibile, da circa 6 mesi.
Però mi chiedo: non potrei avere ancora qualcosa di subclinico oppure il virus potrebbe ancora essere presente senza manifestazioni? Secondo voi è opportuno eseguire una peniscopia con acido acetico? Il dermatologo mi ha detto che non c'è bisogno perché non c'è niente di sospetto e che in tutti questi mesi qualcosa si sarebbe manifestato.
Ancora più importante, posso ancora attaccare il virus?
Grazie mille
[#9] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
le ha già risposto il suo specialista ..."Il dermatologo mi ha detto che non c'è bisogno perché non c'è niente di sospetto e che in tutti questi mesi qualcosa si sarebbe manifestato..." e io concordo.

Ancra cordialità