Registrati | Recupera password
0/0

Problema di erezione

(archivio consulti: per vedere la pagina aggiornata clicca QUI)
  1. #1
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2012

    Problema di erezione

    Da diverso tempo ho problemi di erezione, mi sono recato da un andrologo che mi ha sottoposto ad un ecografia peniena dinamica:
    L esame ecografico è stato condotto con sonda ecodoppler per small parts da 11 mHz. In condizioni basali l'esame ecografico del pene mette in evidenza nulla di patologico. I corpi cavernosi presentano un ecostruttura omogenea. Le arterie cavernose presentano un diametro a riposo di 0.6 mm. Dopo infusione intracavernosa di 10mcg di PGE1 si assiste ad un discreto turgore penieno, ad un lieve incurvamento dell'asta peniena verso il basso alla base e ad un mancato innalzamento dell'asta peniena. A 10' dall'iniezione i,c, si osserva una discreta vasodilatazione con picco sistolico (PSV) di 20.5cm/sec e velocità telediastolica di 4.8 cm/sec (EDV). A 20/ dall'iniezione i.c. la velocità di picco sistolico incrementa a 30 cm/sec e la velocità telediastolica decrementa a 6.5cm/sec
    CONCLUSIONI: discreta risposta alla farmaco induzione, lieve incompetenza veno-occlusiva e risposta in parte di tipo ansiogeno.

    Successivamente ho tenuto per 3 notti rigiscan plus che ha dato come conclusione: tracciato nei limiti di norma.

    Sono in cura con cialis 5mg dapprima una volta al giorno adesso a giorni alterni, da quando prendo cialis riferisco erezioni molto migliorate.

    Il mio pene raggiunge l'ottima angolazione (verso l'alto) solo quando è eretto al 100% con massima rigidità e il mio problema è proprio questo con cialis riesco a raggiungere un'adeguata erezione ma non sempre con angolazione massima. Spesso il mio pene è a 90° con l'addome o avvolte leggermente più basso anche se sufficientemente rigido e mobile alla base e quando raggiungo l'angolazione perfetta in pochi secondi torna a 90°. E' come se manca pochissimo sangue in più per essere al massimo e quando esso arriva defluisce. Questo è causato dalla lieve incompetenza veno occlusiva, oppure visto che con cialis riferisco erezioni migliori non c'entra nulla?



  2. #2
    Indice di partecipazione al sito: 1491 Medico specialista in: Andrologia

    Risponde dal
    2006
    Caro Utente,ho delle perplessità storiche verso la diagnosi di disfunzione veno occlusiva in maschi con rigiscan positivo e favorevole risposta ai farmaci pro erettili.Non ritengo coretto il riferimento d benessere legato all'angolazione del pene rispetto all'addome che mette il Paziente in una condizione di continua attenzione che,fatalmente,penalizza la spontaneità della funzione erettile.Si allontani,per un po' dai medici e dal web e,se il disagio si procrastina,consulti un altro specialista.Cordialità.


    Dr. Pierluigi Izzo
    Specialista in Andrologia
    Perfezionato in Sessuologia Medica

  3. #3
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2012
    Il mio andrologo è uno dei migliori centri della mi città mi sembra un persona preparata. Mi ha fatto fare prima l'ecodoppler in cui è emersa questa lieve incompetenza veno occluisiva poi il rigiscan per tre notti che ha dato esito positivo e ha detto che il maggior problema è psicologico e mi ha prescritto cialis 5mg prima ogni giorno e ora a giorni alterni e mi ha detto che riusciremo a levare il farmaco con il tempo.

    Con il problema dell'angolazione il mio andrologo non c'entra nulla sono io ad essermi fissato perchè avvolte c'è una buona angolazione avvolte no. Questo stato di ansia e di esame mi crea problemi, però la mi domanda era l'angolazione che avvolte è piu alta altre volte più bassa dipende dall'afflusso di sangue? Se la risposta è si allora perchè ogni tanto il sangue affluisce bene altre volte meno bene?

    Non ho capito bene quando lei dice "Non ritengo coretto il riferimento d benessere legato all'angolazione del pene rispetto all'addome"



  4. #4
    Indice di partecipazione al sito: 1491 Medico specialista in: Andrologia

    Risponde dal
    2006
    ...significa che il grado di angolazione non è un riferimento di benessere sessuale.Ho delle perplessità sulle conclusioni diagnostiche ma,va da se che,non potendomi confrontare con il collega,la sua parola sia l'unica che conti,per cui non capisco perché debba consultare un medico virtuale...Cordialità.


    Dr. Pierluigi Izzo
    Specialista in Andrologia
    Perfezionato in Sessuologia Medica

  5. #5
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2012
    Cioè intende che l'angolazione non influisce sul rapporto sessuale e quindi non devo farci caso? Il consulto virtuale era per capire quest'angolazione perchè avvolte è più alta avvolte più bassa



  6. #6
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2012
    Leggento i referti degli esami vedo che l'ecodoppler penieno dinamico dà come conclusioni discreta risposta alla farmaco induzione, lieve incompetenze veno occlusiva e risposta in parte di tipo ansiogeno.

    Il rigiscan dà come conclusione tracciato nei limiti di norma.

    Con il cialis sono notevolmente migliorato

    Un problema psicologico il mio andrologo mi ha detto che esiste però coin il cialis c'è come una ginnastica delle vene e lo toglieremo con il tempo





  7. #7
    Indice di partecipazione al sito: 1491 Medico specialista in: Andrologia

    Risponde dal
    2006
    ...la medicina è una scienza in evoluzione e permette di imparare cose nuove ogni giorno...Cordialità.


    Dr. Pierluigi Izzo
    Specialista in Andrologia
    Perfezionato in Sessuologia Medica

  8. #8
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2012
    Quindi in conclusione, discorso d'erezione a parte, lei sostiene che l'angolazione a 90 gradi con l'addome quindi parallela al pavimento o avvolte leggermente più molla alla base, come se il legamento sospensorio fosse più debole a tirarlo sù, non crea nessun tipo di problema alla vita sessuale?



  9. #9
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2012
    L'ultima cosa e prometto di non disturbarla più. io da sempre ho una curvatura alla base del pene verso il basso e il medico in corso di ecodoppler l'ha evidenziata ma mi ha detto che non è da trattare.

    Mi chiedevo, un ecodoppler penieno dinamico, che ha avuto una risposta in parte (quindi con un erezione non totale) di tipo ansiogeno, è sufficiente per stabilire se una curvatura congenita è di poco conto??? Oppure visto che la risposta è stata parziale non lo è?





  10. #10
    Indice di partecipazione al sito: 1491 Medico specialista in: Andrologia

    Risponde dal
    2006
    ...si continua a creare falsi problemi...Cordialità.


    Dr. Pierluigi Izzo
    Specialista in Andrologia
    Perfezionato in Sessuologia Medica

  11. #11
    Indice di partecipazione al sito: 697 Medico specialista in: Andrologia
    Chirurgia generale
    Endocrinologia
    Oncologia medica

    Perfezionato in:
    Urologia

    Risponde dal
    2000
    caro lettore,

    chi ha l'opportunità di valutare ed operare molti giovani pazienti affetti da pene curvo osserva che quasi tutti, al di là della curvatura, lamentano una rigidità non ottimale ed una difficoltà a mantenere l'erezione rigida.
    Spesso la correzione della curvatura consente comunque a questi pazienti di avere rapporti accettabili con penetrazione abbastanza "tranquilla" ma persiste la incertezza della erezione-rigidità.
    Si può supporre che la malformazione albuginea che porta alla curvatura del pene possa essere motivo di un non idoneo funzionamento del sistema veno-occlusivo cavernoso.
    Il giovane con tale "incerta" erezione sviluppa quasi sempre uno stato di ansietà nei rapporti sessuali, a mio parere prevalentemente di tipo secondario.
    L'assunzione del cialis o analoghi aumenta l'afflusso arterioso tanto da soverchiare la disfunzione veno occlusiva consentendo anche un blocco del tono adrenergico e la possibilità di rapporti positivi.
    Molti specialisti non credono alla esistenza o malfunzionamento del sistema veno-occlusivo cavernoso ma qualche meccanismo che blocchi il sangue all'interno dei corpi cavernsi deve esistere per determinare la rigidità peniena ?.
    A mio parere se con il cialis riesce ad avere una attività sessuale soddisfacente continui ad assumerlo nelle modalità e frequenza che riterrà migliori
    Cari saluti


    Dott. Diego Pozza
    www.andrologia.lazio.it
    www.andrologiaroma.net

  12. #12
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2012
    La curvatura ce l'ho fin da quando ero piccolo il problemi erezione è nato di recente. La ringrazio per la risposta però volevo sapere il discorso dell'angolazione in erezione del mio pene che è a 90 gradi con l'addome cioè parallela al pavimento. Avvolte è leggermente più bassa altre volte leggermente più alta ma con rigidità omogenea. Questa angolazione sembra più evidente a causa della curvatura. Ma l'angolazione influisce sulla vita sessuale?



  13. #13
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2012
    Con cialis ho un erezione soddisfacente però ho notato che le cose vanno meglio quando c'è stimolazione manuale, quando cessa la stimolazione manuale il pene tende a perdere seppur lentamente l'erezione ma non appena torna la stimolazione manuale la recupera.

    Senza cialis era molto peggio. C'era difficoltà di raggiungere l'erezione mai al 100% e perdita immediata





Discussioni Simili

  1. Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 03/12/2012, 19:17
  2. Monotesticolo e effetti
    in Andrologia
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 07/12/2012, 23:15
  3. Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 20/11/2012, 13:00
  4. Risposte: 12
    Ultimo Messaggio: 19/11/2012, 12:06
  5. erezione ecc
    in Andrologia
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 12/12/2012, 20:31
ultima modifica:  16/07/2014 - 0,17        © 2000-2011 medicitalia.it è un marchio registrato di MEDICITALIA s.r.l. - P.I. 01582700090 - staff@medicitalia.it - Fax: 02 89950896