Utente 141XXX
salve, ho 36 anni, sono magro e faccio sport da sempre. da quando ero piccolo soffro di malori e crisi che ad oggi non hanno ancora avuto una diagnosi precisa. ecco i sintomi: mi accade o durante uno sforzo fisico( dopo 10 15 minuti di corsetta ad es.) o dopo aver bevuto un bicchiere d'acqua fredda o quando passo da ambienti caldi a freddi o dopo una doccia. la crisi comincia con una spiccata sensibilità alla luce. è come se le luci diventassero fluorescenti e si formano macchie gialle agli occhi( simile a quando metto le gocce di atropina), dopo comincio ad avere debolezza muscolare agli arti che diventano freddi, intanto comincio a sudare freddo e il cuore batte all'impazzata, dopo venti minuti mezz'ora in genere questi sintomi passano. ho fatto molte analisi per scoprire la causa( diabete, cuore etc.) ma il risultato è stato spesso contrastante e non univoco anche a parere di diversi medici. qualcuno mi ha parlato di nervo vago o disturbi del sitema neurovegetativo o di vasolabilità, ma ste tesi non mi convingono e sono poco chiare e cmq vorrei sapere se esiste un centro diagnostico o degli esami con cui posso scoprire di che cosa si tratta o se devo accettare ste tesi fumose se posso fare qualcosa per evitare le crisi o prevenirle o attutirne i sintomi. se può essere d'aiuto quand'ero piccolo ho avuto anche degli svenimenti. se qualcuno vuole avere i risultati di qualche analisi fatta in passato mi faccia sapere.grazie buona giornata
[#1] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Quanto ha sintetizzato lascia presupporre che le varie indagini eseguite ed i vari specialisti consultati,
abbiano concluso per "Vagotonia".

Non ritengo sia una diagnosi <<fumosa>>,
ma suggestiva per la fenomenologia da lei riferita,
anche alla luce della asserita negatività delle indagini fatte.

I soggetti vagotonici infatti manifestano labilità cardiovascolare, turbe digestive, arti che appaiono freddi, talora cianotici e con fenomeni di sudorazione alle estremità, irritabilità ed instabilità, etc.

Credo che per confermare tale diagnosi ricevuta,
possa esserle utile escludere eventuali disendocrinie con l'aiuto di uno specialista endocrinologo.
[#2] dopo  
Utente 141XXX

Iscritto dal 2009
la ringrazio dottore, spero che lei capisca anche che a volte è frustrante avere pareri diversi e non sapere cosa fare, adesso mi hanno parlato anche di insulinoma, di ipoglicemia reattive,o di sindrome di wolff parkinson white o qualche tipo di corto circuito a livello cardiaco e dovrò fare altri accertamenti per questi, speriamo bene. buona giornata
[#3] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Comprendo.

Le giungano i miei migliori auguri