Utente 263XXX
Buonasera gentili medici,
come ho scritto in altre mie richieste di consulto, sono una persona che abusa di alcool, anche se questo periodo sto cercando di ridurne progressivamente il consumo.
Ho 25 anni.
Da quando bevo ho degli attacchi di panico fortissimi che si manifestano all'improvviso: mentre cammino, soprattutto quando esco a portare il cane a spasso oppure sono in un supermercato o alla posta, o in treno o in pullman all'improvviso inizio a deglutire per paura che mi manchi l'aria e così via. Arrivo al punto da sentirmi il cuore in gola e non capisco come respirare, mi sembra di non sentirmi più e ho paura di svenire da un momento all'altro.
Il peggio l'ho vissuto in treno e sul tram, son dovuta scendere prima dell'arrivo a destinazione perché mi sembrava di morire.
La paura più grossa è che adesso ho un viaggio prenotato già da tempo (tra pochi giorni) in aereo, dal quale non vorrei tirarmi indietro.
Visto che il tempo di farmi vedere non c'è, vorrei chiedervi un consiglio: secondo voi essendo così soggetta ad attacchi posso partire lo stesso o è meglio che io stia a casa e ci rinunci? Rischio molto?
Il problema è che a me un attacco non dura solo 10 minuti come dicono tutti i siti, a volte questa sensazione di capogiro, tachicardia e mancanza di aria mi è durata anche oltre un'ora, tra alti e bassi...
Vorrei un parere, gentilmente...
Grazie!

P.S.: voglio aggiungere che non ho alcuna paura di volare e non ho mai avuto attacchi di panico in aereo... Ho attacchi di panico solamente da quando ho iniziato ad abusare con l'alcool, ma continuano a esserci ancora adesso, anche se ho smesso da poco tempo di bere...

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Che dirle.... Non beva (ovviamente) e non si rivolga a noi cardiologi, visto che il suo problema (gli attacchi di panico) sono di pertinenza dell'area psicologia...
Cordialitò
[#2] dopo  
Utente 263XXX

Iscritto dal 2012
Domandavo semplicemente se con una fortissima tachicardia che insorge all'improvviso a causa di un attacco di panico sarebbe meglio rinunciare a prendere l'aereo... Per questo motivo ho posto la domanda in cardiologia, non chiedevo una soluzione ai miei attacchi di panico... Comunque la ringrazio e ascolto il suo consiglio, trascorse 24 ore dalla mia domanda inserirò la richiesta nella sezione di psicologia...