Utente 623XXX
Buongiorno,
sono un ragazzo di 22anni, obeso (peso 108) in cura dietologica, ed ho un problema che mi affligge da anni andando a colpire anche la mia vita sociale..
Ho problemi di flautulenza involontaria, mi spiego meglio, spesso mi capitare di "andare d'aria" senza accorgermi, senza rumore ma con odore che io non sento ma gli altri si, accorgendomi che a volte ho come delle perdite di liquido (piccole macchie nelle mutande)incolore, mi scarico frequentemente in una giornata in media 3 o 4 volte di cui tre volte appena sveglio nell'arco di un'ora, raramente la notte ho dei forti dolori di pancia che mi passano scaricandomi.
Premetto che in famiglia molti soffrono di dolori causati dall'intestino piu lungo.
Il mio Dottore di base mi ha mandato da un chirurgo che mi ha diagnosticato emorroidi di 1 e 2grado e ha costatato che ho il controllo sfinterico funzionante, ma non mi ha detto niente per le mie emissioni d'aria perchè all'epoca non mi ero accorto delle macchie sulle mutande.
Chiedo un vostro parere perchè questio mio problema mi procura molto disagio nello stare con gli altri per questo vorrei risolverlo e tornare a vivere.
Vi ringrazio anticipatamente e Vi porgo i miei saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
L' incontinenza fecale puo' essere un problema serio e di non immediata risoluzione.
Uno studio accurato mediante esami strumentali specifici e' indicato per definire la natura del problema e valutare poi possibilita' terapeutiche. Auguri!
[#2] dopo  
Dr.ssa Maria Morena Morelli
28% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
il più delle volte la flatulenza è da ricollegarsi all’alimentazione (aumento dei processi fermentativi -putrefattivi, conseguenti ad errori alimentari di tipo qualitativo e quantitativo). Abitudini comportamentali (es. ingestione affrettata di alimenti o bevande gassate), aerofagia (eccessiva deglutizione di aria) o alcuni carboidrati (sottoposti a fermentazione ad opera della flora batterica) determinano un'eccessiva produzione di gas a livello gastrointestinale con conseguente un'abnorme emissione degli stessi dal retto (con eventuali residui fecali - piccole macchie nelle mutande -) . Inoltre, l'eccessiva sintesi di gas può accompagnarsi ad una fastidiosa e dolorosa distensione addominale (….la notte ho dei forti dolori di pancia che mi passano scaricandomi. ….). Le consiglierei di parlarne con il suo dietologo (..obeso (peso 108) in cura dietologica..) ed eventualmente valutare la necessità di un consulto gastroenterologico al fine di escludere patologie coliche (es. colon irritabile).
Cordialmente
Dott.ssa M.M.Morelli
[#3] dopo  
Utente 623XXX

Iscritto dal 2008
Vi ringrazio per la Vostra risposta, ma secondo Voi posso guarire o dovrò conviverci per tutta la vita?
[#4] dopo  
Dr. Francesco Nardacchione
32% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2006
Gentile signore,
come già suggeritole ne parli con un gastroenterologo che, dopo una accurata visita, le prescriverà gli accertamenti più opportuni.
Una volta effettuata una DIAGNOSI, impossibile per via telematica, sarà possibile stabilire la terapia più idonea per guarire.

Cordiali saluti