Utente 119XXX
Gentili Dottori,
da circa un mese il mio compagno avverte, soprattutto durante l'erezione, fastidio all'interno del glande fino a metà asta (pizzicore, leggero prurito e bruciore). Il suo medico curante gli ha prescritto una cura antibiotica (Neoduplamox) perchè secondo lui era in corso un infezione alle vie urinarie. Questa cura ha alleviato solo leggermente i sintomi e ha fatto cessare leggere perdite giallastre. Gli esami delle urine sono oggi perfetti ma i fastidi sopra descritti non sono scomparsi
Premetto che un mese fa a me era stata diagnosticata una vaginite mista e sia io che il mio partner avevamo assunto un farmaco e delle creme antifunginee le quali a me avevano migliorato la situazione ma a lui no.
Chiedo a cosa possono essere dovuti i suoi sintomi ed eventualmente a che specialista deve rivolgersi e se la vaginite mista a me diagnosticata può essere collegata al suo problema in quanto abbiamo rapporti non protetti.
RingraziandoVi anticipatamente porgo cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Cara Utente,ho la sensazione che il Suo partner non sia stato mai visitato,valutando lo stato prostatico e delle vie seminali,nonché' eseguendo un tampone uretrale e del secreto balanico etc. ma si sia limitato a terapie parallele alla vaginite pregressa.Ci aggiorno in merito.Cordialita'
[#2] dopo  
Dr. Giulio Biagiotti
48% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
salve.
una ricerca batteriologica a livello uretrale e una spermiocoltura potrebbero, potenzialmente, dirimere la diagnosi.
E' possibile che la terapia fatta nel recente passato abbia selezionato germi più o meno resistenti.
il punto è che le terapie antibiotiche brevi nella donna hanno spesso buoni risultati mentre nel maschio sono , a volte, insufficienti. tanto vale verificare.
cordialmente
[#3] dopo  
Utente 119XXX

Iscritto dal 2009
Grazie per la tempestiva risposta,
a quale specialista deve rivolgersi? E' meglio un urologo o un andrologo?
[#4] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...e' indifferente.L'importante e' che si sottoponga alla visita...Cordialita'