Utente 284XXX
Buongiorno dottori. A settembre 2012 dopo un anno di rapporti mirati con mia moglie per la ricerca di un figlio mi decido a fare uno spermiogramma. Risultati catastrofici. Totale assenza di spermatozoi anche dopo centrifugazione. Spermiocoltura positiva enterococcus fecalis. (curata) Il medico di famiglia mi conferma la mia sterilità. Allora decido di andare da un andrologo di milano che si occupa del reparto della medicina della riproduzione (lato maschile) presso un grande ospedale di milano. Mi dice che ho un mostruoso varicocele che se operato potrebbe portare ad una piccola produzione di spermatozoi. Dopo esami genetici cariotipo e delezione cromosoma y che risultano ok e fsh alto valore 29. Il 3 dicembre mi opero di varicocele. Intervento riuscito. Adesso x 4 mesi devo assumere l integratore genadis e alla fine ripetere esami ormonali e spermiogramma. Se non ritornassero allora proveremo con una tese. Scrivo per chiedere una consulenza. Ho avuto modo di leggere tanto in questi 4 mesi e non ho mai letto esperimze di persone con azoospermia che operate di varicocele abbiano avuto dei risultati. Voi cosa ne pensate? Ho speranze per una icsi o come il mio medico di famiglia mi ha detto devo pensare ad un eterologa?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

sarebbe importante conoscere anche la storia clinica e l'età di sua moglie, mentre nel suo caso è molto improbabile che si modifichi la sua situazione ormonale e seminale, tuttavia allo stato attuale da quello che ci racconta e se ecograficamente i suoi testicoli fossero nella norma si potrebbe pensare ad una microTESE. Eventualmente aspetti gli esiti e poi si consulti con il suo specialista.

Cordialità
[#2] dopo  
Utente 284XXX

Iscritto dal 2013
Innanzitutto la ringrazio per la risposta. Mia moglie ha 28 anni. Aspetto aprile gli esiti degli esami e poi vedrò. Da quello che ho letto sui referti i testicoli hanno una grandezza regolare. Quindi il varicocele non è l unica causa. Ma allora qual e la causa se i genetici sono ok e non ho ostruzioni.
[#3] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
il dato che ci propone è privo di attendibilità poiche i testicoli si misurano in volumi sia con l'ecografia che attraverso il prader (utilizzato nella visita obbiettiva), infatti frequentemente in una azoospermia secretiva è presente un alto livello di FSH e dei volumi testicolari ridotti. Nel suo caso specifico la causa/e potrebbero essere diverse, come il varicocele voluminoso associato fin dalla fase puberale a traumi o ancora più precocemente a ritardata discesa testicolare oppure ancora a malattie quali la parotite ecc. Tuttavia oggi non è importante risalire alla causa ma valutare se inei tubuli seminiferi sono ancora presenti spermatozoi e quindi per questo procedere con la microTESE.

Ancora cordialità
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

oltre alle corrette indicazioni ricevute dal collega Maretti, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su questo particolare problema riproduttivo, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche l’articolo pubblicato sempre sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/195-azoospermia-spermatozoi.html .

Un cordiale saluto.
[#5] dopo  
Utente 284XXX

Iscritto dal 2013
Grazie dott beretta. Avevo già letto molte sue risposte e l articolo citato. Volevo sapere se nella sua esperienza ha avuto casi in cui dopo l operazione di varicocele l uomo abbia ricominciato a produrre pochi spermatozoi. Altrimenti non capiso il senso dell operazione. Avrei fatto subito una tese o microtese.
[#6] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

mi sono sempre interessato di tematiche andrologiche connesse alla fertilità ed ho avuto, nella mia lunga carriera , l'opportunità di operare personalemte e di seguire migliaia di pazienti con varicocele.
Personalmente non ho mai visto un paziente azoospermico recuperare la spermatogenesi dopo correzione del varicocele ( in contrasto con esperienze di altri specialisti che affermano di avere avuto ripresa della spermatogenesi dopo chirurgia)
Mi permetto di osservare che sarebbe stato utile, opportuno, corretto,..... effettuare una biopsia testicolare nella stessa seduta operatoria del suo varicocele sia per vedere la causa della azoospermia , sia per, eventualmente, recuperare e crioconservare spermatozoi testicolari, se presenti-
personalemente non trovo alcuna spiegazione nell'assumere farmaci "integratori". Péerchè???
cari saluti
[#7] dopo  
Utente 284XXX

Iscritto dal 2013
Grazie dott. Pozza per avermi risposto. Ormai devo attendere fino ad aprile e avere pazienza. Spero davvero di essere in quei rari casi in cui qualcosa si è ripristinato. A mio avviso credo che l andrologo che mi ha in cura (davvero esperto e competente) ha voluto e potuto aspettare visto l età di mia moglie. L integratori non so il motivo. Magari qualcosa fanno. Grazie davvero dell interessamento. Mi è davvero utile confrontarmi con i vostri pareri.
[#8] dopo  
Utente 284XXX

Iscritto dal 2013
Grazie dott beretta. Avevo già letto molte sue risposte e l articolo citato. Volevo sapere se nella sua esperienza ha avuto casi in cui dopo l operazione di varicocele l uomo abbia ricominciato a produrre pochi spermatozoi. Altrimenti non capiso il senso dell operazione. Avrei fatto subito una tese o microtese.
[#9] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

nella mia personale esperienza clinica, in presenza di un'azoospermia e varicocele sinistro,ho avuto un solo caso di recupero parziale della spermatogenesi, dopo varicocelectomia, con possibilità di ricorrere, con gli spermatozoi comparsi, ad una successiva fecondazione in vitro; le devo però dire che il valore del FSH, presente in quel paziente, aveva un valore vicino alle 10mUI/ml; il suo mi sembra più mosso.

Comunque ora segua le indicazioni ricevute, l'età della moglie ci permette di tergiversare un poco ma, se non si muove nulla, non perda altro tempo.

Ancora un cordiale saluto.
[#10] dopo  
Utente 284XXX

Iscritto dal 2013
Grazie dottore per avermi risposto. Come da accordi con il mio andrologo aspetterò aprile e se le cose non andranno per la via giusta sicuramente cercherò con tese o quant altro. Non mi arrendo facilmente. E sicuramente seguirò quello che l andrologo mi dirà. Grazie a voi per le vostre esperienze. Credo che sia utile per noi pazienti avere un raffronto. Ad aprile vi scrivero per darvi notizie sull esito.
[#11] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Bene, qua siamo ed aspettiamo sue nuove!

Cordiali saluti.