Utente 285XXX
Buongiorno,

vi scrivo in quando da quasi due anni io e il mio fidanzato stiamo cercando una gravidanza. Dopo un anno e mezzo di tentativi abbiamo fatto una visita andrologica e uno spermiogramma con esito non positivo che vi riporto qui di seguito:

volume/ml: 4.1
aspetto: opalescente
viscosità: normale
fluidificazione: completa
numero spermatozoi:21 milioni
motilità: progressiva 10%, non progress 10%, assente 80%
Morfologia: forme tipiche 5%, atipiche 95%
con prevalenza forme microcefale e forme appuntite

L'andrologo ci ha consigliato tecniche di PMA e nel mentre ha prescritto al mio fidanzato una cura di 3 mesi di tamoxifene e di trental negli ultimi 15gg. Attualmente stiamo facendo la cura ormai da due mesi, siamo al terzo e per ora non è successo nulla. Ripeteremo lo spermiogramma alla fine di questo mese. L'andrologo ci ha spiegato che il problema non è tanto il numero di spermatozoi quanto la loro motilità e che probabilmente questo problema nasce dal fatto che i testicoli sono leggermente piccoli ( non sembrava convinto di questo dato e vista la giovane età si è leggermente stupito di un esito così). Visto che sia io che il mio fidanzato non siamo molto propensi alle tecniche di PMA, esistono alte cure che può fare? Abbiamo altre possibilità di concepire naturalmente visto che siamo ancora giovani ( io ho 30 anni e lui 31, nessuno dei due fuma o beve e siamo sempre stati bene)? Esiste qualcosa che posso fare io per favorire il concepimento? Per ora ho fatto visite ginecologiche, esami ormonali e batteriologico vaginale e tutto è a posto.
Grazie infinite per il consulto

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.ma utente

l'esame che ci ha proposto presenta una astenozoospermia e per questo prima di tutto è necessario valutare se esistono patologie in grado di generarla come ad esempio un dosaggio ormonale (FSH, LH, Testosterone tot., PRL) per verificare l'integrità dell'asse ipotalamo-ipofisi-gonadi, e poi un ecodoppler con ecografia testicolare per valutare se esiste un varicocele con valutazione dei rispettivi volumi testicolari. Se tali esami sono stati eseguiti aspetti il nuovo responso dell'esame fra un mese e poi se vuole ci tenga aggiornati.

Cordialità
[#2] dopo  
Utente 285XXX

Iscritto dal 2013
Buonasera Dott. Maretti

la ringrazio per la risposta. Le confermo che prima di iniziare la cura il mio fidanzato ha fatto i dosaggi ormonali con i seguenti risultati:
FSH 8.7
LH 4.0
PROLATTINA 188.7
TESTOSTERONE 5.7

Dopo averlo anche visitato, l'andrologo ha ritenuto questi esiti buoni e il mio fidanzato adatto per tentare questa cura. Tre anni fa avevamo anche eseguito un ecodoppler per una sospetta varicocele che però non è stata evidenziata se non in forma molto leggera ( ininfluente per il problema che ha evidenziato lo spermiogramma).
Mentre aspettiamo di rifare lo spermiogramma, se ha qualche altro consiglio da darci, o suggerimento , saremo ben felici di seguirlo. Al momento forse non abbiamo molte possibilità di concepire naturalmente, ma vale lo stesso la pena chiederle un parere visto che non siamo propensi a tecniche di PMA.
Grazie in anticipo per la risposta, un saluto
[#3] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
l'FSH è tendenzialmente sui valori alti e questo denota una sofferenza testicolare che sicuramente il varicocele non aiuta, tuttavia aspettiamo i risultati dello spermiocitogramma e poi le dirò se personalmente ritengo o meno opportuno l'intervento di varicocele.

Ancora cordialità