Utente 215XXX
Da circa 3 anni mi controllo ogni 6 mesi la glicemia che continua ad oscillare su valori da 105 a 122. Premetto che ho 44 anni, sono alto 177 cm e peso 68 Kg, pratico un pò di ciclismo (circa 4 ore settimanali) a livello amatoriale.
L'endocrinologo all'inizio mi ha fatto fare una serie di esami tra cui:
Glicata, Anticorpi Gad e ICA e Antitireoperossidasi.
L'esito è stato tutto nella norma ad eccezione dell'Antitireoperossidasi che è risultato alto.
La diagnosi a questo punto è stata di Tiroidite di Hascimoto per la quale ho fatto anche una ecografia risultata peraltro nella norma.
Mi ha detto di continuare a controllare la glicemia 2 volte l'anno e mi ha impostato una dieta appropriata.
Il mio terrore è quello di evolvere in un diabete di tipo 1 che mi obblighi all'insulina in tempi brevi, ma l'endocrinologo ha escluso la possibilità di LADA data la negatività della ricerca anticorpale specifica.
Posso ritenermi tranquillo in tal senso?
Cordiali saluti.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Il diabete autoimmune dell'adulto (LADA) è una forma di diabete tipo 1.
Ovviamente non va trascurato il tipo 2.

L'alterata glicemia a digiuno è uno stato di pre-diabete, quindi un monito per il diabete.

Prosegua con una dieta attenta agli eccessi calorici e nel contempo più ricca di vegetali e più povera di grassi saturi e carboidrati.


Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 215XXX

Iscritto dal 2011
Grazie mille Dottore.

Cordiali saluti.
[#3] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Si figuri.

Auguroni
[#4] dopo  
Utente 215XXX

Iscritto dal 2011
Dottore dovrei disturbarla nuovamente.
Ho rifatto i controlli periodici ed è risultata una glicemia a digiuno di 132, quindi essendo la seconda volta in 3 anni aimè la diagnosi è di diabete.
Quello che mi fa stare male è che ho fatto di tutto in termini alimentari per scongiurare questo pericolo, tant'è che il mio BMI è di 21,5.
La glicata è risultata a 5,8 pertanto il medico mi ha detto che compenso ancora molto bene e che per ora non devo assumere farmaci.
Nonostante per ora gli esami propendano più per un diabete tipo 2 (GAD e ICA negativi 2 anni fà, buon controllo glicemico, costanza nei valori degli ultimi 3 anni) vivo ancora nel terrore di ritrovarmi in breve tempo a farmi le iniezioni di insulina.
Oltre a ricavarmi un'oretta al giorno per una sana passeggiata e a continuare con una sana alimentazione, cosa mi consiglia di fare?
Il mio medico mi avrebbe anche prescritto di sostituire il betabloccante che assumo da 3 anni (Tenormin - Atenololo) con Nebilox che dovrebbe influire meno sul metabolismo del glucosio
[#5] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Non ci sono grosse alternative,
deve certamente perseverare con la dieta e seguire le indicazioni del suo curante.
[#6] dopo  
Utente 215XXX

Iscritto dal 2011
Grazie mille Dottore,
è sottinteso che continuerò con la dieta e che seguirò le indicazioni del mio medico curante anche perchè lo considero particolarmente preparato in materia.
Ci tenevo però ad avere una sua conferma sul fatto di considerare abbastanza remota la possibilità che si tratti di un LADA sulla base dei dati forniti.
Cordiali saluti
[#7] dopo  
Dr. Francesco Quatraro
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Certo, la ritengo remota.

Cordialmente