Utente 287XXX
Buongiorno,
ho un paio di domande abbastanza complesse e delicate e spero possiate accontentarmi perchè è un dubbio che mi percuote da circa tre anni e le motivazioni posso spiegarle in privato.
Vorrei cortesemente sapere se su un paziente allergico alla penicillina, un'assunzione di tre dosi da 1 gr di imipenem in via orale può dare vita ad una reazione allergica con conseguente shock anafilattico. Se affermativo vorrei inoltre sapere se è possibile che si manifesti fino a quattro ore dopo l'ultima assunzione oppure, al contrario, qual è il tempo massimo oltre il quale non è possibile che un qualsiasi episodio (con sintomi identici allo shock anafilattico) possa essere legato a ciò.
Vi ringrazio in antiicpo.
Cordialità.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Marcello Cilia
20% attività
0% attualità
8% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2010
c'è bassa cross-reattività tra penicilline e imipenem, sia negli adulti che nei bambini la percentuale è circa 0,9%.
Potrebbe anche aver sviluppato una nuova sensibilizzazione.
Anafilassi e Shock Anafilattico spesso non sono la stessa cosa. Lo Shock avviene prontamente (entro 30 min max 1 ora) ma una reazione che inizia in maniera ritardata può avere una progressione che piano piano può evolvere in tutti i sintomi tipici di una anafilassi . Generalmente usiamo il termine, forse improprio, di reazione anafilattoide.
Troppi fattori però andrebbero presi in esame per esprimere un parere credibile in merito al suo caso.
Cordialmente,
Marcello Cilia