Utente 292XXX
Buongiorno,

sono un uomo di 35 anni ed un un anno fa mi sono lasciato con la mia compagna con cui sono stato per molti anni.

Circa 5 mesi fa ho conosciuto un'altra donna, ma non avevo la certezza di poter avere un'erezione soddisfacente perché pensavo che dopo tanto tempo senza fare l'amore sarei stato colto da ansia da prestazione ed infatti avevo erezioni normali da solo, notturne, mentre con lei l'erezione era consistente nei preliminari, ma diminuiva durante l'attività sessuale, a volte senza poter avere una penetrazione: sentivo aumentare in maniera incontrolalta i battiti cardiaci e l'erezione diminuiva.

Così mi sono rivolto ad un urologo che mi ha prescritto levitra da utilizzare per acquisire sicurezza prima dei rapporti per 2-3 mesi e da ridurre progressivamente nell'utilizzo per i mesi successivi (a volte alterne).

Così ho fatto e tutto è andato bene sino a 15 giorni fa quando sono dovuto andare a fare dei vaccini per un viaggio di lavoro nei paesi tropicali.
Il fine settimana successivo è andato tutto bene, sono stato con la donna che amo e abbiamo fatto l'amore, ma da qualche giorno dopo (circa una settimana dopo i vaccini) sono stato male a casa sua, con brividi di freddo e febbre ed un paio di giorni sono rimasto a casa anche dal lavoro perché mi sentivo uno straccio.
Il mio medico, messo al corrente delle vaccinazioni, mi ha detto che nulla a a che fare con quelle e mi ha diagnosicato l'influenza. L'influenza mi è passata, anche se mi è rimasto un dolore generalizzato alle ossa ed in particolare al tronco. Da quel momento in poi però non ho più avuto erezioni notturne e non sono più riuscito nemmeno con auto-stimolazione ad avere un'erezione.
Sono preoccupato, perché non trovo normale non avere erezioni notturne. Mi sento come se non avessi stimoli.

Questo fine settimana starò con la mia compagna ed ho il terrore del "flop" che viste le condizioni non serene con cui mi approccio alla cosa arriverà sicuramente.

Grazie per un consiglio.

Carlo

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

l'utilizzo dei prodotti da lei citati può portare ad una sorta di dipendenza psicologica, nascondendo le reali problematiche e quindi è sempre necessario valutare la situazione organica del singolo, con esami specifici che solo lo specialista le potrà fornire. Nel caso tali esami risultassero nella norma la problematica è di origine psicologica e per questo andrebbe accompagnata da una consulenza in tale ambito.

Cordialità
[#2] dopo  
Utente 292XXX

Iscritto dal 2013
Garzie della risposta.

Sto prenotanto una visita dal mio urologo di fiducia per iniziare un processo di analisi.

La dipendenza psicologica credo ci sia stata qualche mese fa, ma stavo gradualmente acquisendo sicurezza fino a che non ho avuto questo crollo fisico e psicologico.

Da come mi sento in questi giorni la mia sensazione è di avere un deficit ormonale o comunque "del desiderio" generata da vaccini e medicine cui sono stato costretto a sottopormi in questi giorni. Mi sembra di non sentirmi ancora al meglio fisicamente, o forse l'idea di questo mi sta talmente condizionando da alimentare un loop negativo che mi impedisce di riacquisire fiducia e mi fa stare sempre peggio.

Io sono una persona razionale, ma non è facile, spero di uscirne.

Grazie per eventuali altri consigli pratici.

C
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

oltre alle corrette indicazioni già ricevute dal collega Maretti, che mi ha preceduto, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su questo problema, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/226-desiderio-sessuale-fare-viene-mancare.html .

Un cordiale saluto.

[#4] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
se fosse presente un "deficit ormonale" come sostiene si faccia prescrivere gli esami ormonali e quindi se fosse il caso una terapia sostitutiva.

Cordialità
[#5] dopo  
Dr.ssa Paola Scalco
52% attività
20% attualità
20% socialità
CASTELL'ALFERO (AT)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2011
Gentile Utente,
se gli approfondimenti medici escluderanno che si tratti di un problema organico, prenda in considerazione l'opportunità di effettuare una consulenza psicologica.
Il fatto di essere una persona razionale, in questo specifico ambito, non è detto che le sia d'aiuto...
Le allego due articoli per ulteriori spunti di riflessione:

http://www.medicitalia.it/paola.scalco/news/1852/Ansia-da-prestazione-e-spectatoring

http://www.medicitalia.it/paola.scalco/news/2433/Ho-un-disturbo-sessuale-ma-mi-vergogno-a-parlarne


Cordialmente,