Utente 187XXX
Salve, vorrei fare una domanda abbastanza semplice e spero mi possiate dare una risposta a breve.
Volevo sapere, in merito ad una corretta misurazione della pressione sanguigna, fino a che punto si deve procedere con il gonfiaggio del bracciale.. Quando si deve smettere il pompaggio insomma. Perchè ho notato che se lo gonfio parecchio fino a superare i valori 230-240 che appaiono sul display la mia pressione è sempre un pò più alta (tranne la minima) , esempio massima 145 minima 64, questo accade sempre se la misuro in questo modo. Mentre se il bracciale lo gonfio un pò di meno (senza superare mai i 230) la mia pressione risulta sempre più "normale" diciamo, esempio massima 119 minima 65-70.. Qual'è il metodo corretto? Grazie in anticipo!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Quando si gonfia troppo il bracciale spesso la parete muscolare dell'arteria si contrae e la misurazione puo' non essere affidabile, specie se eseguita con uno sfigmomanometro digitale e non con il metodo auscultatorio, piu' complesso, ma sicuramente piu' affidabile.
Niente di preoccupante quindi
Arrivederci
cecchini