Utente 272XXX
Buongiorno,
vi scrivo perchè sono un po' preoccupata per ciò che mi è accaduto a gennaio.Circa 15 anni fa mi si formò una cisti (seborroica?credo si dica così ma non sono certa) dopo che mi fecero una puntura per la febbre. Successivamente, e probabilmente sbagliando, l'ho schiacciata spesso e poi lasciata stare per anni. A gennaio mi iscrissi in palestra e dopo qualche giorno mi resi conto che la zona della cisti iniziò a diventare sempre più grossa, gonfia, rossa, dolorosa e con un cattivo odore. Nel giro di pochi giorni era impossibile per me sedermi così decisi di andare al pronto soccorso dove mi dissero questo: "Tranquilla, lei ha solo un foruncolo infiammato, metta gentalyn e passerà tutto stanotte"!NO comment...
Fatto sta che la notte non riuscì a dormire così presi immediatamente un appuntamento in dermatologia dove mi prescissero antibiotici e una crema a base di ittiolo dicendomi che avevo un'infezione da stafilococco. Passano solo pochi giorni e la cisti, diventata ormai grande quanto la natica, inizia a perdere sangue e pus.Corro all'ospedale e col bisturi, a carne viva, mi aprono la parte.Sono susseguiti dieci giorni di dolori dove venivo medicata giorno e notte con la ferita sempre aperta.Poi è stata fatta cicatrizzare con cortisone e gentalyn.Adesso mi ritrovo con la parte completamente nera, la natica rovinata (sembra di avere un mucchio di cellulite) e mi hanno detto di mettere Same plast tre volte al giorno.Ma lo faccio da una marea di tempo e questo benedetto tessuto cicatriziale è sempre lì!Cosa devo fare?
Vi chiedo scusa per quanto ho scritto ma ho voluto raccontare tutto nei dettagli..
NOn ne posso più di questa trafila e poi l'estate arriva e non voglio ritrovarmi con una natica del genere!!!Non so più cosa fare...
[#1] dopo  
Dr. Davide Brunelli
32% attività
8% attualità
16% socialità
CESENA (FC)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2000
Gentile Utente,
da quello che racconta pare si sia trattato di una cisti sebacea suppurata. Non posso darle giudizi specifici non avendo di fronte il quadro: in generale dopo questo tipo di problemi se permane una brutta cicatrice (dovuta al tagli in emergenza con tessuto infiammato) potrebbe rendersi necessaria una revisione chirurgica, cioè un "nuovo taglio" fatto bene e che comprenda anche gli eventuali residui della capsula della pregressa cisti. Le consiglio una consulenza presso un chirurgo plastico, e sarò poi lieto - se lo ritiene necessario - di fornirle ulteriori pareri al riguardo.
Cordiali saluti