Utente 300XXX
Buon giorno, mio marito ha 37 anni e soffre della sindrome di Kallmann. Dopo essergli stata diagnosticata ha iniziato la cura con il testosterone, grazie al quale si è sviluppato.
Insieme abbiamo deciso di avere dei figli così è passato dal testosterone alle gonadotropine. Dopo anni di terapie ho avuto il primo figlio e poi quasi di seguito il secondo. Circa un anno e mezzo fa è passato nuovamente al testosterone smettendo ovviamente le gonadotropine.
A noi è stato detto che sarebbe ritornato azoospermico e ci siamo fidati. E' possibile che questa condizione invece non sia tornata e mio marito produca ancora degli spermatozoi? Chiedo questo perchè sono in ritardo con le mestruazioni e un'altra gravidanza così ravvicinata sarebbe destabilizzante.
Grazie.
Saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Cara signora,
in genere succede così come le hanno detto. Eventualmente faccia test.
[#2] dopo  
Utente 300XXX

Iscritto dal 2013
Grazie dottore, credo provvederò a fare direttamente il dosaggio delle beta per togliere qualsiasi dubbio e dopo il negativo indagherò su questo ritardo.
Saluti