Utente 301XXX
salve, sono un ragazzo di 22 anni e soffro di eiaculazione precoce dal mio primo rapporto sessuale. (durata non superiore al minuto).
da sempre ho arginato il problema masturbandomi poco prima del rapporto, ottenendo una vita sessuale più che soddisfacente e riducendo quindi il problema al minimo.
premetto che il problema si è verificato in OGNI rapporto nel quale non vi sia stata una previa masturbazione, tranne una sola volta, in cui l'ansia credo abbia giocato un ruolo fondamentale.
il problema però non si presenta in stato di ubriachezza. (non credo possa essere una soluzione)
dopo i primi rapporti sessuali mi si è rotto il frenulo, il quale si è cicatrizzato autonomamente senza bisogno di recarsi in ospedale; diciamo piuttosto che si è lacerato in quanto è ancora presente.
da un paio di mesi a questa parte la tecnica della masturbazione sembra non avere alcun effetto e al contrario i tempi sono diventati minimi anche durante l'atto masturbatorio.
mi sono recato da uno specialista il quale dopo una rapida osservazione mi ha prescritto il priligy.
ci tengo a precisare che ho un pene molto piccolo a riposo ma di notevoli dimensioni in erezione, e il frenulo si trova costantemente molto teso (in erezione).
non metto in dubbio che la causa del mio problema possa essere psicologica, ma prima di assumere il suddetto farmaco vorrei sapere se invece non possa essere di tipo fisico.
difatti ora dopo un paio di rapporti la sensibilità del glande diminuisce e riesco ad avere rapporti di durata soddisfacente, ma al primo rapporto o alla prima masturbazione una semplice ''azione'' con un dito sul frenulo mi porta in breve tempo all'eiaculazone.
ho prenotato una seconda visita da un altro specialista, anche perchè vorrei sapere se l'intervento di circoncisione possa essermi d'aiuto, visto che la mia sensazione è che la causa del mio problema risieda proprio in quella zona.
grazie mille dell'attenzione, attendo presto una risposta,
roberto.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
la ipersensibilità potrebbe anche essere quella di origine psicogena, e comunque la diagnosi per vedere se il suo problema è psicogenicxo è rapidissima. Chieda al collega quando lo vedrà.