Utente 676XXX
Soffro spesso di raffreddore soprattutto nei cambiamenti di temperatura.

Mi ritrovo anche ora così, con "l'aggravante" però che in questo caso il raffreddore mi dura da almeno due settimane, anche se ora è notevolmente diminuito. Il problema principale però è un mal di testa che a volte mi accompagna durante tutto il giorno, ma quasi sempre si accentua notevolmente la sera.
Spesso i miei raffreddori danno origine a delle sinusiti. Ho consultato il mio medico curante, il quale mi ha consigliato di continuare a fare aerosol con Clenil e delle gocce nasali di argotone, non ritenendo opportuno somministrarmi antibiotici (sono un po' "alterato", ma la temperatura non supera i 37,2°).

Vi chiedo gentilmente: è la terapia giusta? Come mai mi ritrovo questo mal di testa che mi perseguita da giorni?

Grazie, saluti

Antonio
[#1] dopo  
Dr.ssa Maria Morena Morelli
28% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
la sinusite – infiammazione dei seni nasali e paranasali – spesso determina ‘mal di testa’.
Ritengo la terapia consigliatale dal Suo medico corretta; Nel caso in cui dovessero persistere i disturbi ne riparli con Lui al fine di escludere altre possibili cause di cefalea (es. allergie, variazioni pressione arteriosa, posture sbagliate - computer - …..).
Cordialmente
Dott.ssa M.M.Morelli
[#2] dopo  
Utente 676XXX

Iscritto dal 2008
Dottoressa aggiungo che sono ritornato dal mio medico curante, e ha appurato che la sinusite potrebbe avere molto probabilmente origine batterica (muco purulento). Mi ha così prescritto un antibiotico (Veclam 500 ogni 12 ore), e del fluidificante (Fluifort e Fluibron via aerosol). Sono al terzo giorno di antibiotico, ma nonostante il raffreddore sia passato, ancora il mal di testa è rimasto lì. Dalle mie "sensazioni" credo che ancora i seni paranasali siano "intasati", accuso il mal di testa soprattutto la mattina appena sveglio e quando faccio dei movimenti un po' più accelerati con la testa, soprattutto nella zona sopra gli occhi e il naso.

Ci sarebbe qualche modo, farmacologico o non, per accentuare la decongestione?


Grazie ancora.
[#3] dopo  
Dr.ssa Maria Morena Morelli
28% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
il Suo medico curante dopo averla visitata (impossibile per specialista consultato per via telematica)ed avere appurato una variazione dello stato clinico (comparsa di muco purulento !) ha ritenuto di doverle modificare la terapia in corso;
Abbia pazienza e continui a fidarsi di Lui.
Cordialmente
Dott.ssa M.M.Morelli