Utente 128XXX
Salve

Sono un uomo di 32 anni.
A fronte di alcune fitte al testicolo sx, il mio medico curante mi ha inviato ad un urologo per un controllo, l'urologo ha riscontrato particolari problemi se non che il testicolo in oggetto risulta "lasso" e mi ha prescritto un ecocolordopler dei vasi spermatici ed un analisi del liquido seminale.
L'ecocolordopler ha riscontrato solo una live dilatazione della vena spermatica sx (2,6).
L'esame del liquido seminale invece ha fatto emergere un numero degli spermatozoi molto basso (1400 mmc il range era tra 30000 e 100000) ed un indice di mobilita molto basso (1 il range era tra 3 e 4; grado a, mobilità rapida progressiva 0%; grado b, mobilità lenta progressiva 21%; grado c, immobilità 79%).

Volevo sapere, siccome la deposizione del liquido seminale è stata effettuata in appartamento e successivamente portata al laboratorio di anali entro 60 minuti dalla deposizione e sopratutto visto che la domenica precedente andando al mare ho preso un insolazione che mi ha portato ad avere fortissimi dolori alle gambe a fronte dei quali andato in pronto soccorso hanno rilevato, a fronte di analisi del sangue, un valore di s-Proteina C Reattiva molto alto (di 25,7 mg/l quando doveva essere inferiore a 3 mg/l) se questo episodio possa aver invalidato l'analisi e se conseguentemente fosse il caso di ripeterle.

In caso contrario vorrei sapere quali step di controllo devo ancora effettuare per capire la causa della disfunzione e possibilmente portarla a soluzione.

Vi ringrazio a vi porgo i miei saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

senza furie ed ansie inutili, bisogna ora in primis ripetere l'esame del liquido seminale in laboratorio più dedicato, i parametri da lei indicati ci direbbero che quello da lei utilizzato non segua le ultime indicazioni date dall'OMS.

Per questo e per ben valutare la tempistica di quando ripetere l'indagine, dopo "l'insolazione" da lei presa, bisogna sentire o risentire in diretta sempre il suo andrologo.

Un cordiale saluto.