Utente 302XXX
Salve a tutti sono nuovo del sito mi chiamo Giacomo ed ho 23 anni e scrivo per un problemavisivo che ormai ho da quasi 4 anni.
Premetto che si tratta di qualcosa difficile da spiegare bene, ad ogni modo cercherò di essere breve e conciso.

Da quasi 4 anni non riesco a mettere bene a fuoco né da vicino né da lontano (sono miope -375 occhio sx e - 3.00 occhio dx e leggermente astigmatico da quando ho 11 anni), ho la sensazione di non riuscire a centrare con gli occhi le parole mentre leggo, oltre a nn metterle bene a fuoco. In aggiunta mi pare di vedere dei lievi fasci di luce che attraversano soprattutto gli spazi bianchi tra le parole. E' come se con gli occhi non riuscissi a "prendere" l'intera parola ora ma al massimo una piccola porzione di essa e quando scorro le parole con gli ochi per leggere, le lettere non le percepisco bene infatti spesso ne salto alcune sbagliando aleggerle la suddetta parola. Da lontano più o meno la cosa è la stessa, vedo male scritte, sfocato e con fatica a centrare parole. oggetti etc... Però la sera diventa anche peggio perchè anche con gli occhiali addosso non riesco a definire quasi niente infatti mi risulta difficile guidare dopo il calar del sole. Ogni tanto sento dolore agli occhi e mal di testa ed oltretutto gli occhi non si adattano più alle lenti a contatto facendomi vedere tutto perennemente ingrandito e mai ben a fuoco. Mi rendo conto che sia difficile da capire perchè nemmeno io sono spiegare bene con esattezza il problema.

Ad oggi sono stato da 4 oculisti tra cui due primari e un neurologo ma i risultati non sono stati speranzosi perchè 2 oculisti hanno fatto vari controlli (uno dei due anche quello della retina) e hanno detto, uno che non aveva idea di cosa avessi e l'altro che non avevo niente secondo lui. Un terzo mi ha detto che secondo lui si tratta di una cosa psicologica unitaa contrazioni involontarie del nervo ottico probabilmente dovute allo stress. L'ultimo ha detto che si tratta di stress. Il neurologo mi ha fatto solo un controllo del sistema nervoso mandandomi a casa con delle pastiglie da prendere. Mi sono stati dati vari medicinali da assumere come mirtivit e gocce di vario tipo ma niente funziona.

Purtroppo per questo motivo fatico a studiare e a memorizzare, guidare e tante altre normali attività. Oltretutto sembra che nessuno si voglia interessare veramente al mio problema. Vi prego se potete consigliarmi qualcosa ve ne sarei grato in quanto sono abbastanza disperato e non so cosa fare.

Ho già eseguito una topografia corneale computerizzata e nn ha dato alcun risultato.
[#1] dopo  
Dr. Luigi Marino
56% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2004
Prenota una visita specialistica
mio caro amico
deve eseguire esame OCT
testa del nervo ottico e macula

campo visivo computerizzato

curva tonometrica
poi ci ricontatti
[#2] dopo  
Utente 302XXX

Iscritto dal 2013
La ringrazio infinitamente per la sua risposta. Subito dopo gli esami eseguirò tutti questi test e Vi farò sicuramente sapere
[#3] dopo  
Utente 302XXX

Iscritto dal 2013
Ad agosto ho fatto pure una visita da un noto oculista che mi ha fatto fare il test del campo visivo e che non ha rivelato niente. mi ha anche dato da fare esercizi per la convergenza per un mese da fare con degli occhiali più leggeri che mi ha prescritto...non so dirvi se ci siano stati miglioramenti comunque. o meglio magari ci sono stati ma quando ho smesso di farli per 2 gg mi sembra tornato come prima, non so se sia per via degli esami imminenti o altro.
Alla fine comunque ha detto che a suo avviso gli occhi non hanno alcun problema e che il mio problema è funzionale e quindi dovuto allo stress ma mi ha prescritto per sicurezza una tac cerebrale che farò a breve.
Non ha voluto farmi fare l'OCT perchè a suo parere se ci fossero stati problemi di carattere medico il campo visivo avrebbe rilevato l'anomalia.

Non ho idea di cosa fare a questo punto.