Utente 125XXX
salve,
mio padre ha 58 anni, 1,79 m d'altezza e 70 circa di peso era.. ..4 mesi fa ha rilevato nelle analisi del sangue la glicemia alta a 127..quasi diabete..cosi' siccome il diabete ha una certa ereditarietà in famiglia si è sottoposto a una dieta che gli è stata data dal medico di base per scongiurarlo e, in successivi controlli, i valori sono scesi dopo due mesi fino a 108 (che è quasi vicino al livello che aveva negli ultimi 3 anni e di cui non si era mai occupato),, l'effetto per cosi dire collaterale, di questa dieta povera di caroboidrati (ha ridotto drasticamente il consumo di pane eccessivo e pasta, attenendosi ai valori dati dalla dieta) ha perso negli ultimi 3 mesi 6 kg di peso e ora è circa 64 (non ha più la pancia, che aveva prima sebbene fosse snello) e in viso è un po più asciutto.....volevo chiedere se questa cosa è normale...(e se quindi ora si attesterà a questo livello),,oppure se c è da fare qualcosa.. lui mangia comunque bene e sempre in buona quantità..
grazie per l attenzione!

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Mario Manunta
28% attività
4% attualità
16% socialità
PALERMO (PA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Gentile Signore, sicuramente aver perso quei chilogrammi di peso corporeo non avranno che potuto giovare alla salute di suo padre. Tuttavia il valore di glicemia a digiuno di 108 mg/dl, non è un valore di normoglicemia, in quanto è definibile come una "Alterata Glicemia a digiuno", chiamata da noi diabetologi IFG, acronimo di Impaired Fasting Glucose. In altre parole è una condizione di pre-diabete e pertanto è consigliabile rivolgersi ad uno Specialista che potrà approfondire l'iter diagnostico, magari richiedendo una Curva da Carico di Glucosio ed il dosaggio di HbA1c con metodo validato, personalizzare il tipo di dieta e prescrivere un piano di Attività Fisica di tipo aerobico meglio se strutturato e supervisionato.
Nella speranza di esserle stato d'aiuto le porgo i miei più Cordiali Saluti.
[#2] dopo  
Utente 125XXX

Iscritto dal 2009
so che ha fatto la curva da carico..comunque mantenendo questa dieta che ha ridotto pane e pasta drasticamente, i valori si sono abbassati...quindi le chiedo?..procedendo in questo senso la situazione potrebbe normalizzarsi?... negli esami la glicemia viene data 60-100 in quelli asl...e 60-110 in quelli Avis.. a che livello dovrebbe tornare per considerare il valore nella norma?... E INOLTRE: nonostante la dieta e l'abbassamento seppur lento dei valori, è possibile che diventi comunque diabete in futuro? ...
[#3] dopo  
Utente 125XXX

Iscritto dal 2009
comunque cerco gli esami e domani provo a riportarglieli qui...erano i primi fatti prima di iniziare la dieta, so che invece adesso una volta al mese fa il prelievo per la glicemia..

[#4] dopo  
Utente 125XXX

Iscritto dal 2009
dottore scusi se disturbo ancora...premetto che non le ho ancora riportato i valori degli esami sopracitati in quanto non ho ancora avuto modo di cercarli..però volevo chiederle un'ulteriore cosa: come le ho gia detto mio papa in seguito all'aver iniziato a inizio marzo una dieta che ha ridotto drasticamente pane e pasta..da 71 kg che era da anni ..(con un po di pancia)..è sceso in 3 mesi a 64....è dimagrito quindi visibilmente..secondo lei è imputabile a questa dieta tale dimagrimento..oppure no?...tumori, leucemie ecc ho letto che si manifestano anche cosi...mio padre tuttavia prima di iniziare tale dieta non era in fase di dimagrimento.. essendo un tipo che è refrattario a fare controlli..se non quelli da donatore sangue
..sono preoccupato che trascuri cose importanti..
[#5] dopo  
Utente 125XXX

Iscritto dal 2009
aggiungo anche che ha comunque appetito..e che si trattiene dal mangiare di piu..ma lo farebbe...non so se sia una cosa positiva o meno a questo punto..il dottore gli ha detto di aumentare i dosaggi di un 20 grammi.. dai penso 60 previsti..per quel che riguarda la pasta..e un aumento anche per quelli di pane..
[#6] dopo  
Utente 125XXX

Iscritto dal 2009
Salve dottore, torno a scrivere dopo mesi per un aggiornamento : come le avevo detto mio padre s'era attestato sui 63-64 kg a giugno dopo le vicissitudini sopra descritte mesi fa.. ora che siamo a febbraio quasi mio padre è :
- sempre attorno a quel peso (63 kg)
- ha valori di glicemia che controlla mensilmente che vanno dai 97 ai 105
- ha appetito quindi mangia come ha sempre mangiato, ha aumentato un po (in seguito a consulto da dietologo ) i quantitativi di pane e pasta

però non aumenta di peso, è quindi sempre come era ad agosto ( viso un po scavato..fisico dimagrito rispetto a quando non faceva nessuna dieta ed era 71 kg)
Per il resto è quello di sempre..lavora, ha energie come al solito, non noto nulla di diverso rispetto a ciò che è sempre stato. Devo dire che non pratica sport per rimettere a tono la muscolatura (tipo palestra), solo alcuni esercizi dati dal fisioterapista per tenere la schiena dritta e non curvarsi ,d'altro canto al di fuori del lavoro fa camminate, è spesso in attività (orto..lavori vari ecc).. .

la mia domanda è: è normale che non sia piu cresciuto di peso? e si sia come stabilizzato a quei 8-9 kg in meno?..ho sempre paura che, seppur avvenuto in seguito a un drastico cambio dell'alimentazione, tale dimagrimento sia conseguenza di qualche brutto male che incombe.

La ringrazio se mi può dare un ulteriore parere alla luce di quasi 1 anno dopo il dimagrimento occorso.
grazie in anticipo per la cortese risposta