Utente 307XXX
Buona sera dottori,
Volevo un vs. parere sul mio problema di emorroidi e sul consiglio datomi da un vs. collega.
Soffro di emorroide esterna da un paio d'anni o più, non ho nessun dolore, la cosa che mi da fastidio e che mi preoccupava erano le perdite di sangue e la comparsa di muco. Mi sono deciso di farmi visitare da un specialista quando le perdite di sangue oltre ad essere abbondanti sono divenute anche frequenti, per frequenti intendo che sanguinavo un giorno si è due tre giorni no. Questo periodo di frequente perdita di sangue è iniziato lo scorso ottobre e concluso verso fine marzo, la causa l'ho scoperta da solo e posso dirvi che era il troppo consumo di kiwi (2 al giorno), comunque durante questo periodo avevo prenotato una visita da un proctologo eseguita a fine maggio.
Dalla visita il dott. riscontra: EO addome: piano, trattabile, non dolente, non masse. Hepar dei limiti. ER ed anoscopia: normotono, emorroide anteriore di III grado.
Conclusioni: si consiglia exeresi in anestesia locale. Nella stessa occasione rettoscopia.
Adesso il dottore mi ha prenotato tale operazione x i primi di luglio, sinceramente il dott. a fine visita è stato sbrigativo, dicendomi che avevo questa emorroide e che per togliere il sanguinamento e il Soiling si doveva procedere con una operazione, dove sinceramente ho capito solo che mi vogliono togliere questa emorroide e che verrà messo un punto che nel giro di 10 giorni si scioglierà da solo. L'operazione verrà fatta in day hospital, il dottore ne parlava come una cosa semplice e di routine, di post operazione non ha detto niente, ma leggendo i forum scrivono che si hanno dei dolori lancinanti che si protraggono per settimane dove si dovrà rimanere a riposo quindi di lavorare non se ne parla. Mi farebbe piacere sapere se sono io che mi faccio castelli in aria o se il dottore è stato superficiale, voi cosa ne pensate? Devo fidarmi e quindi affrontare serenamente l'operazione o sentire un altro specialista?
In attesa di un vs. riscontro
Vi ringrazio e saluto

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Di solito questo intervento prevede un postoperatorio un poco fastidioso ma non doloroso. Credo possa star tranquillo ma se desidera sentire un altro parere, perché no?
[#2] dopo  
Utente 307XXX

Iscritto dal 2013
Grazie Dr. per la celere risposta,
Vorrei sapere secondo lei se dopo l'operazione posso tornare a lavorare immediatamente o se dovrò rimanere a riposo per un po', e normalmente quant'è il tempo di recupero per tornare alle normali attività ( io come hobby faccio nuoto).
Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Per il nuoto direi in media un paio di settimane ma forse meno. per il lavoro....dipende dal lavoro che fa. Puo' riprendere un' attivita' sedentaria rapidaente mentre per altre è opportuno attendere qualche settimana.
[#4] dopo  
Utente 307XXX

Iscritto dal 2013
Bene da quanto mi dice, da anni faccio l'impiegato quindi sono quasi sempre seduto. Come scritto mi faranno anche una rettoscopia, potrebbe spiegarmi a cosa serve. Dopo l'operazione non ci sarà più l'emorroide e quindi per modo di dire tornerò liscio, è possibile che con il tempo mi ritorni l'emorroide?

Cordialmente saluto
[#5] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Ad esaminare il retto a monte.
Si, è possibile ma non frequente.
Prego.
[#6] dopo  
Utente 307XXX

Iscritto dal 2013
La ringrazio del supporto e di avermi tranquillizzato, vi terrò aggiornato se dovesse esserci problemi ( tocco ferro)

Grazie ancora