Utente 186XXX
Gent. Dott.,

ho 33 anni e soffro di DE praticamente da sempre.
Le mie erezioni sono appena sufficienti e comunque non si riescono a mantenere se non per qualche minuto.
Ho effettuato un ecodopler che non ha evidenziato niente di anomalo (arterie pervie), così come le analisi prescritte dall'andrologo, che a quel punto ha ipotizzato un problema di natura psicogena, prescrivendomi una "terapia" a base di Cialis 5mg per 60gg.
La terapia non ha avuto nessun effetto apprezzabile, ed anche gli altri farmaci orali (Viagra 100 e Cialis 20) hanno effetti altalenanti, a volte mi permettono di portare a termine un rapporto, se pur con qualche difficoltà, ma la maggior parte delle volte no.
Riferito il tutto all'andrologo, mi conferma ancora una volta la natura psicogena del mio problema, e mi prescrive il Caverjet 10 mg, che già durante il dopler non aveva avuto alcun effetto.
Praticate due iniezioni (in due diverse occasioni) i risultati sono stati addirittura più scarsi rispetto ai farmaci orali.
A questo punto non so più cosa pensare, se il dopler è nella norma così come le analisi prescritte, ma i suddetti farmaci non risolvono il problema, è lecito pensare ancora ad un problema di natura psicogena ? Quali ulteriori esami potrebbero essere utili ? Sarebbe, secondo Voi, il caso di sentire un altro parere ?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
è lecitissimo pensare alla natura psicogena del problema. chieda al collega se è così, nel qual caso meglio dei farmaci vale la psicoloterapia.