Utente 311XXX
Gent.mi dottori,
il mio fidanzato M., 32 aa, ha praticato uno spermiogramma la settimana scorsa di cui abbiamo ricevuto oggi risposta, ma voglio tornare un pò indietro. Per una serie di infezioni vaginali recidivanti l'anno scorso, mi decisi a fare dopo 3 anni dal mio primo rapporto (primo in tutti i sensi) con lui una visita ginecologica nel corso della quale mi fu fatto un tampone vaginale di biologia molecolare dal quale emerse una superinfezione: gardnerella, candida albicans, ureaplasma, chlamidia e vaginosi batterica (non mi sono fatta mancare nulla!). ho fatto così terapia topica e sistemica ed ho risolto per qualche mese. Per negligenza personale non ho ripetuto il tampone se non un mese fa dal quale non è emersa attualmente alcuna infezione. Per un eccesso di zelo, poichè nel frattempo erano trascorsi più di 2 anni dal primo pap test negativo ho fatto inserire nella richiesta del tampone anke la genotipizzazione dell'HPV, qualora presente. Poichè all'esito degli esami è risultato anke quello positivo, non volendo porre l'attenzione sull'avvenimento che ha rappresentato per me una quasi catastrofe, ho insistito quindi con lui affinchè eseguisse spermiocoltura, spermiogramma e ricerca HPV. L'ultima non è stata ancora eseguita per esiguità di tempo, le prime due si. Dal tampone uretrale è emersa una infezione da Streptococcus Agalactiae ed Hemophilus sensibili a ciprofloxacina. 2 anni fa gli era stato diagnosticato un varicocele di 1° grado a sn con una punta d'ernia a dx ed una infiammazione per sintomatologia algica testicolare trattata con topster supposte.
M. è uno sportivo, si allena 5 giorni a settimana intensamente in piscina e palestra, assumendo aminoacidi spesso per il recupero muscolare. No anabolizzanti o abitudini volutturie.
Oggi ritiriamo lo spermiogramma la cui diagnosi è quella in oggetto, ma vi scrivo tutti i dati:
Astinenza 3 gg
Aspetto normale
volume - 4 ml
fluidificazione - normale
dopo 40 min viscosità- anormale
concentrazione 20 mln/ml (vn>15 mln)
conta totale per eiaculato - 80 mln (vn>39 mln)

motilità alla 1^ h: 10%
progressivi: 0%
non progressivi 10%
immobili 90%

forme tipiche - 30% (vn>4%)
residui citoplasmatici - 30%
forme atipiche - 40% non valutate se anomalie di testa, pezzo int. o coda

Leucociti : 7-8 mln/ml
cellule rotonde : 0 mln/ml
Eritrociti 0 mln/ml

zone di spermioagglutinazione: numerose

Swelling e eosin test:n.e.

le mie domande in qualità di specializzanda (scusate se non mi sono presentata prima) sono le seguenti.

- Può l'infezione in atto, in base alla vostra esperienza, giustificare tale quadro o è inutile girarci intorno perchè il varicocele ne potrebbe essere la causa?
- è plausibile l'ipotesi di M. che poichè era chiuso in un piccolo bagno sporco ed angusto, quindi non in benessere psicofisico, avendo impiegato 40 min di tempo per la raccolta, aver influito sull'esito? E l'esercizio fisico intenso in aggiunta allo stress di quest'ultimo periodo? I fattori ambientali incidono?
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.ma utente

si tratta di una astenozoospermia con segni di una infiammazione/infezione (aumento viscosità, leucociti numerosi ecc.) che confermano il quadro che ci ha descritto con spermiocultura positiva a cui andrebbe associata una visita per confermarne l'obbiettività e quindi per procedere con la terapia.

L'infezione può aver inciso sul calo della fertilità così come il varicocele, mentre ripeterei l'esame in condizioni idonee dopo almeno 7 giorni dal primo e non oltre i tremesi.

Un cordiale saluto