Utente 239XXX
Gent.mi Dottori,
Vi ringrazio anticipatamente per le vostre risposte.
Arrivo al dunque! Sono 2 anni che io e mio marito proviamo ad avere bambini,ma nulla! 1 anno fa, su suggerimento della mia prima ginecologa, mio marito ha eseguito il primo spermiogramma e spermiocoltura. beh, l'esito è stato (una mazzata in pieno viso) azoospermia. questi esami li ha ripetuti più volte (troppe) in cliniche diverse e l'esito è sempre stato: azoospermia. nel frattempo ha fatto l'ecografia scrotale e del testicolo, il risultato è stato: testicoli leggermente più piccoli del normale ed una lievissima varicocele che, a detta della mia ultima ginecologa, non determina l'infertilità. gl'ho fatto fare acnhe l'esame del TSH,FSH,L.H,PROLATTINA,TESTOSTERONE. il tutto è nella norma. Adesso siamo in attesa di ulteriori risultati (cariotipo + fibrosi cistica che riguardano me e Cariotipo e e microdelezione del cromosomaY mio marito). Dopo quest'esito quali altri esami dovremmo fare? Cosa potremmo fare per poter avere un bambino? qual'è l'iter GIUSTO da seguire? Mi sento come arenata. Siamo stanchi psicologicamente e non parliamo del fattore economico.. Grazie mille!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Augusto Vercesi
24% attività
4% attualità
0% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2001
Prenota una visita specialistica
In seguito al risultato degli esami sul cariotipo si potrà decidere se è il caso di eseguire una biopsia testicolare. Tale esame, se darà un buon risultato, potrebbe anche permettere di eseguire un prelievo di gameti per una inseminazione assistita. Se dovesse, invece, evidenziare una assenza di spermatozoi anche a quel livello, ci direbbe che non ci sono possibilità
[#2] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

se l'FSH è nella norma si potrebbe pensare ad una azoospermia di tipo ostruttivo con una buona possibilità di un recupero di spermatozoi tramite prelievo chirurgico diretto dai testicoli.

Ora però dobbiamo attendere l'esito della valutazioni genetiche.

Nel frattempo, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su questo particolare problema riproduttivo, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/195-azoospermia-spermatozoi.html .

Un cordiale saluto.
[#3] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
cara signora,

la presenza di azoospermia con testicoli di volume ridotto e valori di FSH sostanzialmente normali potrebbero far pensare alla possibilità che sia presente una spermatogenesi in qualche zona dei tubuli seminiferi tanto da poter pensare ad una biopsia testicolare ( prelievi multipli) per la ricerca di spermatozoi con possibilità di crioconservarli in caso positivo al fine di effettuare una ICSI
cari saluti
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Faccia ora le valutazioni genetiche e poi si potrà meglio definire il suo particolare problema clinico .

Ancora un cordiale saluto.
[#5] dopo  
Utente 239XXX

Iscritto dal 2012
Vi ringrazio tantissimo!!!!!
[#6] dopo  
Utente 239XXX

Iscritto dal 2012
Gentilissimi dottori, ho atteso con molta ansia i risultati e finalmente mi sono stati consegnati. cariotipo maschile normale; microdelezioni del crommosona Y : assenza microdelezioni ricercate. Quindi non ci sono problemi genetici! Adesso cosa si potrebbe fare? la biopsia testicolare o altro?Grazie ancora per le vostre risposte!!
[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Bisogna ora risentire in diretta il suo andrologo e con lui valutare l'opportunità di un recupero di spematozoi, se possibile, con la tecnica chirurgica meno invasiva.

Cordiali saluti.
[#8] dopo  
Utente 239XXX

Iscritto dal 2012
gentilissimi dottori ringrazio ancora per le risposte e vi vorrei aggiornare sulla situazione. Abbiamo preso un appuntamento con un dottore nella nostra città. be, avendo portato con noi tutti gli esami, più del dovuto, senza fare la visita, ci ha consigliato di cercare un centro specializzato PUBBLICO, affinche mio marito possa fare la biopsia testicolare ed io la icsi se eventualmente si trovano spermatozoi. il problema, controllando su internet, è che di centri pubblici convenzionati in Italia ce ne sono tanti.
[#9] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

sulla questione "indicare un Centro od un collega" le dico che questa non è la sede per una informazione così particolare e non di interesse generale.

Questo quesito è bene porlo, in prima battuta, al suo medico di fiducia e poi comunque, in altre sezioni del nostro sito, può sempre trovare un aiuto più mirato alla sua domanda.

Ancora un cordiale saluto.
[#10] dopo  
Utente 239XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio dottor beretta per la sua disponibilità è stato più che gentile.
cordiali saluti
[#11] dopo  
Utente 239XXX

Iscritto dal 2012
gentilissimi dottori torno a scrivervi dopo tanto. dall'ultima volta mio marito ha eseguito altri esami tra cui anche lo spermiogramma il cui esito è stato sempre azoospermia. Abbiamo cambiato dottore così mio marito ha fatto esami più approfonditi, quali : inibina=8 (molto bassa); fibrosi cistica il cui esito è negativo; ecografia prostatica TR e il DR. ha riscontrato un varicocele al terzo grado al testicolo sx e una piccola ciste alla prostata. FSH e testosterone se prima erano leggermente nella norma ora son appena più bassi. Ha fatto anche l'ago aspirato ad entrambi i testicoli, beh... nel dx non ci sono spermatozoi, nel sx: assenza di cellule della linea spermatogenica. Da qui ci dovremmo mettere l'anima in pace, però sta facendo una terapia giornaliera per 2 mesi di carnitene, nicetile, androlen, axaven e 2 volte a settimana di pregnyl 5000. son tante medicine che deve prendere al giorno e più volte al giorno, potrebbero, per un periodo così lungo, far più male che bene? Da cosa, secondo voi, potrebbe dipendere questa totale assenza di spermatozoi? Grazie infinitamente!
[#12] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettrice,

dalla terapia indicatale sembra esserci forse un problema ormonale a livello dell'ipofisi, la ghiandola che controlla l'attività dei testicoli, produzione di spermatozoi compresa, ma le ripeto, da questa postazione, poco altro le si può dire senza una valutazione clinica diretta.

Ancora un cordiale saluto.
[#13] dopo  
Utente 239XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio dottore
[#14] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Comunque, se lo ritiene utile, mi riaggiorni.

Cordiali saluti.
[#15] dopo  
Utente 239XXX

Iscritto dal 2012
Gentilissimo Dottore, approfitto della Sua gentilezza per aggiornarla. Dopo aver seguito la terapia prescritta per 2 mesi, mio marito, ha rifatto le analisi (FSH-testosteronemia ed Inibina-B). Questa è la terza volta in 7 mesi che fa questi esami. nei primi due esami l'FSH era 9,5 e 9,1 (1,4-18,1) nella norma credo, nell'ultimo è 0,474 (2,8-14). il testosterone è 27,64 (4,94-32,01) e l'inibina B da 8 scende a 6. Come è possibile che dopo questa cura FSH che era nella norma scenda cosi tanto come anche l'inibina? Come è possibile che non ci sia neanche l'accenno di produzione di sperma? almeno per capire come ciò sia possibile si potrebbe fare un altro esame o altro?
Grazie....
cordiali saluti
[#16] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Ma è stato ripetuto anche un esame del liquido seminale?
[#17] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
cara lettrice,

a mio parere dopo gli accertamenti effettuati ed i risultati degli agoaspirati non eiste alcun senso logico nell' effettuare una terapia con gonadotrine ( si spendono solo soldi, si perdono vane speranze, si rinvia nel tempo ogni decisione)
Una volta era possibile, in casi come il vostro, procedere ad una Inseminazione con seme di donatore ma ora tale procedura è possibile solo al di fuori dei confini patrii con buoni risultati ma spendendo 5-.6000 Euro.
State attenti a chi promette solo illusioni
cari saluti
[#18] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

notizia dell'ultima ora: il capitolo della legge che vietava la donazione di gameti, cioè l'uso di spermatozoi od ovociti di donatori, è stato abolito.

Si legga questa news:

http://www.medicitalia.it/giuliobiagiotti/news/4541/Abolito-il-divieto-di-Eterologa-meglio-tardi-che-mai

Ancora un cordiale saluto.
[#19] dopo  
Utente 239XXX

Iscritto dal 2012
Vi ringrazio Tantissimo!!!!!!!!!!!!!!!!
Cordiali Saluti!!
[#20] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
[#21] dopo  
Utente 239XXX

Iscritto dal 2012
Gentilissimi dottori, sono qui a disturbare per avere delle delucidazioni.. In seguito mio marito ha effettuato la micro-tese e mediante questa tecnica sono stati trovati degli spermatozoi (un miracolo), per l'esattezza 8 paillettes da 300 UI ciascuno con concentrazione di ca 5-10 spermatozoi in 10 UI. scrivo letteralmente: presenza di pochi eritrociti, di diverse cellule tonde e di cellule del sertoli, alcuni spermatozoi diversi tipici e tutti immobili. queste paillettes sono state crioconservate. scongelandoli perdono la loro efficacia? per ogni icsi quante paillettes di dovrebbero utilizzare? grazie in anticipo
[#22] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
vcara lettrice,

ottimo risultato della tese ma temo che uno spermatozoo immobile non possa essere utilizzato per una ICSI. Che senso ha crioconservarlo?
chieda lumi agli specialisti del centro PMA
cari saluti
[#23] dopo  
Utente 239XXX

Iscritto dal 2012
Buon pomeriggio dottore e grazie. il centro dove è stata effettuata la micro-tese ci disse che tutto andava bene e che con quella quantità si potevano fare tante e tante icsi. Per problemi di distanza abbiamo trasferito la metà delle paillettes in altro ospedale piu vicino a noi e alla consegna del dry shipper con tutta la relativa documentazione ci hanno detto che si poteva iniziare l'iter per una icsi perché erano ok. Da li tra tanti colloqui (5)per il controllo delle analisi dopo 1 anno,quindi potevano benissimo dirci che essendo immobili non potevano essere utilizzati, una settimana fa sono stata sottoposta a una prima icsi,ma non è stato effettuato il transfert perché l'unico embrione non si è evoluto. Dal pick up recuperarono 4 ovociti, 2 maturi e 2 immaturi ed utilizzato 2 paillettes. Abbiamo chiesto spiegazioni,anche per capire, di come mai questo embrione non si è evoluto ed stato farfugliato che essendo io già grande d'età poteva essere li il problema oppure lo sperma di mio marito magari non buono. È tutto!fino al pick up tutti dicevano che andava tutto bene. E dopo aver speso tantissimo per non giungere a nulla siamo demoralizzati e in totale confusione. Dai dati che le ho indicato,secondo lei,possiamo riprovare con un'altra icsi? Ma anche se sono immobili iniettandoli direttamente nell'ovocita il problema non dovrebbe sussiste o sbaglio?non vorrei aver scritto una sciocchezza. Attendo una sua risposta e grazie.
[#24] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettrice,

purtroppo i successi che si hanno con una tecnica di riproduzione assistita, come la ICSI, sono molto legati anche all'età della partner; all'età da lei denunciata gli indici di successo di tale procedura sono di circa il'10-15 % a tentativo; questa tecnica si usa comunque anche quando gli spermatozoi sono immobili al recupero.

Tenga presente poi che molte volte i prelievi testicolari sono caratterizzati dal recupero di spermatozoi immobili perché questi sono stati prelevati direttamente dal testicolo, cioè sono spermatozoi che non hanno subito le naturali trasformazioni che si hanno attraversando l'epididimo che è la struttura anatomica dove questi diventano appunto mobili.

Un cordiale saluto.