Utente 317XXX
Dato che non ho ricevuto risposte riposto la domanda, ho una fibrosi cavernosa e sono arrivato negli ultimi 2 ad una situaizione dispertata perchè ho esegutio svariate teropie cosnigliate das 4 andrologi di fama, ma senza riusltato.
le terpaie si sono basate su antiossidanti: vitamina e trental, carnitine, cialis, tradamix, la situazione è sempre la stessa :erezione debole dolore quando è stimolata da inibitori, glande flaccido e notevole difficoltà di mantenimento anche con cilalis 20, pene un po' deformato e rimpicciolito sia in circonfernza che lunghezza dolente al termine dell'erezione considtenza pastosa e gommosa, piccola zona di indurimento apprezzabile sotto il glande, vi posto l'esito dell'ecografia: si è proceduto con un esame ecotomografico basale con apparecchiatura real time con sonda lineare da 10 e 13 MHz.

Referto: l'esame ecotomografico ha evidenziato una normale conformazione del pene con aspetto ecograficamente fisiologico delle diverse strutture anatomiche. Nella norma il rapporto corpi cavernosi/corpo spongioso uretrale. I piani ecotomografici sia longitudinali che trasversali in condizioni di base documentano la presenza di una condizione di fibrosi di media entità dei corpi cavernosi sopratutto nel loro tratto prossimale e distale, con aree di fibrosi localizzata di maggiore entità in corriposndenza delle estremità per circa 1 cm a sinistra. il setto intracaversnoso appare di spessore e costituzione normale in tutto il suo decorso,
Conculsioni: presenze di aree di fibrosi dei corpi cavernosi con irregolare distribuzione e di media entità.
ripeto sono due anni che assumo pillole ma la funzionalità erettile no fa altro che peggiorare!! che cosa posso fare gli andrologi non fanno altro che prescrivere integratoti e pillole, ma ORMAI HO CAPITO che contro questa patologia non c'è cura devo prendere in considrazione impinato protesico a 32 anni??

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gen.mo utente

Premesso che le ho gia' dato risposta nel precedente post, la sua sembrerebbe una IPP che e' una malattia ad eziologia sconosciuta e dove le terapie sono tra le piu' varie e che dipendono soprattutto dall'esperienza dello specialista, il fattore erettile puo' essere indipendente da questo e per analizzarlo oltre ai dosaggi ormonali serve un ecodoppler dinamico penieno per valuatre eventuali anomalie vascolari.

Per finire l'ecogarfia che ci presenta a un valore poco significativo poiche' e' stata eseguita in condizioni basali.

Un cordiale saluto
[#2] dopo  


dal 2016
Gentilissmo dottore, la ringrazio di nuovo per il suo intervento, ma le dico subito che il mio andrologo ha escluso trattasi di ipp perchè mi ha spiegato che essa rigurda la tunica albuginea non l'interno dei corpi cavernosi, queste aree fibrotiche sono venute fuori dopo un trauma notturno, i mie ormoni sono nella norma cosi come gli analisi del sangue che mi ha prescritto lui!!
rispetto il vostro lavoro attualmente non posso permettermi di fare altre visite visto che sono disoccupato e l'urologo che mi ha visitato nella mia asl ha detto che non devo fare nulla ma aspettare e vedere senza prescrivermi nessuna terpaia!!!
[#3] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

segua i consigli di chi l'ha visitata e se poi servisse ci faccia sapere.

Ancora cordialità
[#4] dopo  


dal 2016
gentilissimo dottore è sottinteso che farò sapere, ma ho postato questo interrogativo, perchè come ha ben letto sono 2 anni che faccio terapie senza risultato, anzi c'è stato un accorciamento del pene, con una riduzione del calibro sotto la base e sotto il glande,
i consigli li ho seguiti benissimo e con costanza, ma risultati 0, a questo punto che di ipp si tratti o fibrosi cavernosa, ho capito come afferma il dottor Pozza che mi permetto di nominare dato che fa consluti nel forum, che tutte le terapie sono inutili, la malattia può stabilizzarsi ma non regredire, anzi le cure a volte la posso peggiorare e mi rivolgo alla famose infiltrazioni, che in molti casi hanno aumentato il danno!! in sostanza il mio pene e la mia funzionalità non saranno più gli stessi!! ero fortunato se rispondevo agli inibitori ma anche al massimo dosaggio e dopo opportuna stimolazione sessuale danno solo una modica tumescenza, che tra l'altro è ottenuta con grande difficoltà e non si mantiene, tanto per farle un esempio: un mio amico aveva defict erettile mi ha parlato del problema che aveva da 3 anni ma ancora non si era rivolto a nessuno, gli ho dato una compressa di cilais 5 mg: mi ha risposto che ha avuto un'ottima erezione, e gli sono tornate quelle mattutine come se fosse dicottenne, serintà per lui e per la partner,
a me quel maledetto farmaco assunto per 2 anni provoca solo una modica tumescenza, anche al mattino, e per di più mi crea brutti effetti collaterali sopportabili ma fastidiosi: mal di testa, occhio secco, sudorazione eccessiva, tachicardia, salivazione!!! ecco perchè sono disperato!!!
[#5] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

direi che non si può generalizzare affermando che non esistono terapie in grado di far regredire la fibrosi, mentre da quanto sostiene è certo che nel suo caso vi è stato un peggioramento e per questo le consigliavo di procedere per un ulteriore consulto con altro specialista.

Per la scarsa risposta al cialis con gli effetti collaterali menzionati, è noto che ogni molecola può avere effetti diversi sul singolo soggetto e a quanto pare, nel suo caso, è meglio cambiare molecola.

Cordialità
[#6] dopo  


dal 2016
Come ha ben capito c'è stato un peggioramento nonostante le cure, sinceramente non mi posso permettere di consultare altro specialista, perchè le visite precedenti e le cure mi sono costate un occhio della testa, sa quanto ho speso?? circa 8000 euro, ovvero tutta la mi disoccupazione,!!!! perchè il cialis costa 130 euro a scatola, il tradamix 90 euro, il trental 37, 30 la propoli, e via dicendo, una media di 250 euro al mese mettiamoci il costo delle viste specialistiche che ogni volta si facevano pagare e le ecografie fatte, e si arriva più o meno a quella cifra, i miei non possono aiutarmi, io sono disoccupato da 2 anni, la mutua non passa ne le infiltrazioni ne le onde d'urto ne la ionoforesi, che è quello che mi è rimasto da tentare, fatalità di terpie che si fanno solo nel privato ed a costi non certo leggeri!!!
un altro parere l'ho sentito dall'urologo della asl pagando il tiket del mio paese, e mi ha detto che tutte quelle terpaie non servono a nulla di lasciar perdere, ed infatti nel mio caso è stato cosi solo sodi spillati, adesso che cosa posso fare ? devo andare a rubare per tentare alte cure!!!
P.S gli specialistio a cui mi sono rivolto sono specialisti del settore andrologico con tanto di titoli e riconoscenze varie, diciamo che per la fibrosi non esiste nulla di efficace, e le terpaie solo solo tentativi per chi se le può permettere!!! Mi perdoni lo sfogo,ma qui in questo mondo nessuno visita gratuitamente, tutti sono disposti ad aiutarti solo se paghi!!
[#7] dopo  


dal 2016
Come ha ben capito c'è stato un peggioramento nonostante le cure, sinceramente non mi posso permettere di consultare altro specialista, perchè le visite precedenti e le cure mi sono costate un occhio della testa, sa quanto ho speso?? circa 8000 euro, ovvero tutta la mi disoccupazione,!!!! perchè il cialis costa 130 euro a scatola, il tradamix 90 euro, il trental 37, 30 la propoli, e via dicendo, una media di 250 euro al mese mettiamoci il costo delle viste specialistiche che ogni volta si facevano pagare e le ecografie fatte, e si arriva più o meno a quella cifra, i miei non possono aiutarmi, io sono disoccupato da 2 anni, la mutua non passa ne le infiltrazioni ne le onde d'urto ne la ionoforesi, che è quello che mi è rimasto da tentare, fatalità di terpie che si fanno solo nel privato ed a costi non certo leggeri!!!
un altro parere l'ho sentito dall'urologo della asl pagando il tiket del mio paese, e mi ha detto che tutte quelle terpaie non servono a nulla di lasciar perdere, ed infatti nel mio caso è stato cosi solo sodi spillati, adesso che cosa posso fare ? devo andare a rubare per tentare alte cure!!!
P.S gli specialistio a cui mi sono rivolto sono specialisti del settore andrologico con tanto di titoli e riconoscenze varie, diciamo che per la fibrosi non esiste nulla di efficace, e le terpaie solo solo tentativi per chi se le può permettere!!! Mi perdoni lo sfogo,ma qui in questo mondo nessuno visita gratuitamente, tutti sono disposti ad aiutarti solo se paghi!!
[#8] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

premesso che abbiamo ampiamente capito che non è stato soddisfatto degli specialisti a cui si è rivolto, fortunatamente in Italia esiste un sistema sanitario tra i più efficienti del mondo dove l'utente può procedere, attraverso il sistema sanitario, ad effettuare visite gratuite anche in ambito andrologico.

Cordialità
[#9] dopo  


dal 2016
dottore sull'ultima informazione avrei da obiettare, perchè il sistema sanitario nazionale non è gratuito come lei afferma, è più economico. detto questo il ticket va sempre pagato a meno che non si goda di esenzioni, ed una visita specialistica urologica-andrologica costa non meno di 30 euro di ticket, se lei ritiene questa cifra gratutita non la condivido perchè corrispondono al salario loro di mezza giornata lavorativa del mio vecchi lavoro. poi se l'androlgo dopo la vista ritiene necessaria ecografia sono alte 45 euro, tonde tonde, 70 per la dinamica, non mi sembra gratututito tutto ciò magri costa meno ma mi creda nella mia situazione adesso anche ciò che lei ritiene gratuito pesa!!
detto questo se ha letto mi sono rivolto già al sistema sanitario della mia zona e il trattamento è stato molto supeficilale, tanto che mi hanno detto di lasciare perdere le terpie, che se cmq prescritte hanno un costo e non sono mutuabili, la mia è una famiglia povera e la pensione di mio padre supera gli 8000 euro lordi l'anno quindi non ho diritto all'esenzione, e l visite le pago!!!!!
cosa mi resta adesso buttarmi da un ponte!!!!
detto questo per concludere se gli andrologi avessero risolto il problema sarei certo soddisfatto e felice di aver speso per guarire, adesso li maledico perchè mi hanno solo spillato tutti i mie risparmi,
non credo che il mio meccanico si faccia pagare se non risolve il probelma!!!!! L'androlgo vuol essere pagato anche se non risolve nulla!!!
[#10] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente

poichè penso che questo sia un sito che serva all'utente per approfondire dubbi clinici in ambito sanitario e poiché ogni specialista di questo sito offre la sua professionalità gratuitamente non condivido i suoi toni di polemica sul sistema sanitario, sullo specialista andrologo, sui soldi che ha speso ecc., quindi cerchi di tranquillizzarsi e di consultarsi con un professionista qualificato.

Ancora cordialità
[#11] dopo  


dal 2016
è chiaro che un po' di polemica dato la mia rabbia viene fuori, il sito è utile questo non lo tolglie nessuno, ma molto spesso è sopratutto per scopo pubblicitario, come è accaduto a me, non appena verificatosi il probelema mi sono rivolto al medico di base il quale mi ha consigliato di cercare specialisti in questo sito, al quale ho posto le mie domande e da cui mi sono fatto anche visitare con risultati 0, non credo che qui ci siano ciarlatani, ma a questo punto cosa devo pensare??? perosone con un curriculum invidaiabile: studi esperienza in carriera etc, etc ma risultati 0 con la mia ptologlia!!! io le posso dire che gli specialisti andrologi di fronte a probelmatiche come ipp. e/o disfunzion erettile non hanno soluzioni se non paliativi, vedi inibitori e dopo la scoperta delle famose molecole, sono tutti diventati esperti in disfunzione erettile, per quanto riguarda le fibrosi queste possono essere bloccate sono se in fase iniziale ma non sempre, e se si è avuta la sostituzione di fibre collagene all'elastina delle cellule muscolari lisce, c'è poco da fare il processo non è reversibile, le terapie sono solo boiate, se potessi tornare indietro avrei optato per l'impianto protesico più che spendere soldi in inutili terpie o "avvelenarsi" con gli inibitori, cmq non stà parlando con un ignorante in materia in quanto sono biologo e l'anatomia la conosco alla perfezione!!!
siceramente mi sento preso in giro perchè suoi famosi colleghi anche più anziani di lei presenti sul sito mi avevano assicurato che la situazione si sarebbe risolta!!!
le auguro un buon lavoro!!!!! lei mi dice di consultare uno specialista qualificato io l'ho già fatto speso tanto ed adesso non posso permettermelo!!!!
[#12] dopo  
 Staff Medicitalia.it
44% attività
16% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2000
Gentile utente,
gli sfoghi sono comprensibili quando non si riesce a risolvere un problema nei tempi auspicati.
In questo caso però, piuttosto che utilizzare lo spazio del consulto online potrebbe ricontattare in via privata lo specialista che l'ha visitata per chiarire la sua situazione dopo la terapia e valutare insieme il da farsi e cosa può non aver funzionato: siccome i medici che sono presenti su queste pagine rispondono agli utenti anonimi, oseremmo presupporre che risponderanno tanto più ai loro pazienti al telefono o sulla email personale.

Auguri e cordiali saluti
staff@medicitalia.it
[#13] dopo  


dal 2016
gentilissimo moderatore, crede che io non abbia già ricontattato gli specialisti? è la prima cosa che ho fatto durante le terapie... mi sono fatto rivistare pagandoli di nuovo ma i peggiramenti erano evidenti, alla fine mi sono sentito dire.. che ci vuoi fare la fibrosi è cosi!! quindi, sono molto deluso dai loro comportamenti, almeno avvessero messo in chiaro tutto dall'inizio mi avrebbero evitato inutili spese!!!! mi arrabbio quando la fibrosi dicono che può essere revrisbile e che la disfunzione erettile è curabile, non è vera nessuna delle due informazioni, la cura se esistesse ti riporterebbe alla normalità cosi come quando passa la febbre. adesso sono solo disperato e non credo potrò andare avanti!! Saluti