Utente 420XXX
Salve, ho già richiesto un consulto la scorsa estate. Purtroppo la guarigione è stata piùlunga del previsto in quanto le dose massicce di Urbason non ridotte gradualmente hanno provocato (secondo il parere del dermatologo al quale mi rivolsi dopo il vostro consulto) un effetto dannoso.
Ho in seguito effettuato pure le prove allergiche al Ketoprofene ed altri antinfiammatori, ma non sono risultata soggetto allergico.
Il motivo della richiesta di un consulto riguarda la comparsa di un eritema (all'altezza dell'addome) in seguito all'esposizione al sole (mi sono esposta per circa 1 ora e mezza, ed è stata la prima volta dopo lo scorso luglio). Non so se sia stato causato dall'esposizione solare o da qualche puntura di insetto. L'esposizione e la conseguente comparsa di questo eritema è avvenuta 10 gg fa, adesso è quasi scomparsa. Mi chiedo però, e Vi chiedo, se la reazione allergica avuta la scorsa estate abbia potuto provocare conseguenze sul mio organismo. Se insomma sono diventato un soggetto fotosensibile e come posso eventualmente verificarlo. Ritenete che io possa espormi ala sole (non ho mai avuto problemi fino all'episodio della scorsa estate), ovviamente con una adeguata protezione solare.
Vi ringrazio sin d'ora per la risposta.
Cordiali saluti, Luana

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Benini
32% attività
20% attualità
16% socialità
OSTRA (AN)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2000
Gentile utente, utile sempre visione diretta da parte dello specialista Dermatologo per impostare terapie anche fotoprotettrici,richiedere, se ritenuti necessari, foto patch test(per escludere l'azione combinata da contatto da parte di una sostanza e la fotoesposizione),importante anche determinare la dose minima eritemigena(MED),fatto il tutto le risposte verranno di conseguenza.
Cari saluti