Utente 323XXX
Gentilissimi dottori, ho 62 anni, non ho malattie particolari (a parte asma ben controllata con steroide e betastimolante spray); da circa un anno assumo cialis 10 mg al bisogno (circa una, massimo due volte alla settimana), per disturbo erettile, su prescrizione di un andrologo, dopo esecuzione di vari accertamenti. I risultati della terapia sono molto buoni. Da due mesi ho iniziato ad avvertire uno strano disturbo all'orecchio destro: avverto un lievissimo sibilo, quando cammino (come se venisse evocato ad ogni passo) o quando ascolto suoni di media intensità (non lo sento per suoni più intenso lievi; non lo sento per nulla o quasi in silenzio e non mi disturba il sonno). Il disturbo è veramente lieve, ma, avendo letto di problemi uditivi associati a cialis, lo ho sospeso, ma a distanza di qualche mese non è cambiato nulla. Lo specialista otorinolaringoiatra mi ha visitato ed ha eseguito un'audiometria, diagnosticando presbiacusia di grado lieve-moderato. Mi dispiace molto rinunciare ai benefici del cialis sul versante sessuale. A vostro parere potrei riprenderne l'assunzione? sarebbe meglio passare ad altro farmaco (levitra o viagra)? oppure è troppo rischioso?
Grazie per l'attenzione

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
non vi sono controindicazioni all' uso di queklla molecola, nè quella molecala causa il disturbo uditivo a lei diagnosticato.