Utente 324XXX
Buongiorno,
continuo ad avere disturbi del ritmo, ero in trattamento con Cardicor, poi sospeso, ora, a seguito di Holter, mi è stato prescritto il Cordarone. Il cardiologo mi dice che non corro alcun pericolo ma che effettivamente i sintomi mi condizionano la qualità della vita. Ovviamente "tendo" a credergli ma ho notato che il suddetto farmaco non è proprio una passeggiata di salute.

Questo il riassunto dell'Holter appena ricevuto:


Totale battiti normali: 106627
Prematuri SV:0
SVT:0
Totale ventricolari: 6855 avg 286 hr
Prematuro ventricolare: 2351 avg 98 hr
Coppia:0
Tripla:0
Salva:0
VT:0
Max FC: 146
Media FC: 79
Mini: 51
Battiti totali:113812

Ho frequenti sbalzi di pressione e ogni aritmia mi provoca un senso di malessere con sensazioni di testa che scoppia contrapposte a un senso di svenimento.

Grazie.

Cordialità

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Il Cordarone e' senz'altro un ottimo antiaritmico, ma non e' certo immune da importanti effetti collaterali potenziali (tiroidei, corneali..).
Rappresenta pertanto l'ultimo farmaco da impiegare dopo che altri hanno fallito.
Non e' chiaro nel suo caso perche' abbia interrotto il beta bloccante, ne' uqale sia la sua storia cardiologica passata (ipertensione, diabete, etc, etc.) Sta assumendo altri farmaci? Ha eseguito un ECO? con quale esito? ed una prova da sforzo? E' fumatore? colesterolemia?

Siamo bravini, qui a Medicitalia, ma occorrono piu dati possibile per poterle essere di aiuto.
Cordialita'
cecchini
[#2] dopo  
Utente 324XXX

Iscritto dal 2013
Grazie Dottore, mi perdoni.

Il beta bloccante è stato interrotto per scarsi risultati e, mi scusi se non uso termini medici corretti, perché mi abbassava troppo la frequenza.

Tendenza a pressione alta da qualche anno, negli ultimi tempi con "l'aggravarsi" delle aritmie, salita ulteriormente, valori di 160/110, nessuna altra malattia importante.

Fumatore, varie prove da sforzo negative tutte interrotte per esaurimento muscolare a 100 W.

Colesterolo normale.

ECG regolare.

Marcata bradicardia con apparenti pause R-R (riscontro durante misurazione della pressione arteriosa)

Ecocardiocolordoppler

Inginocchiamento sistolico dei lembi
Insufficienza emodinamicamente non significativa.

Vita stressante, come il 99% delle persone.

Sono stato ricoverato qualche anno fa per fibrillazione ventricolare, eseguito esame, non ricordo il nome, catetere femorale e prova del cuore con stimolazione elettrica o qualcosa del genere. Risultato sensibile a qualche sostanza, purtroppo ho perso i referti. Mi è stato chiesto se facessi uso di extasy che non ho mai assunto, né quello né altre sostanze stupefacenti.

Sono stato bene per qualche anno ma ormai da tempo la situazione peggiora. Ho aritmie sia quando il ritmo sale sia quando scende, il meglio lo raggiungo nel lasso di tempo che trascorre tra l'assunzione del cardicor e la sua sospensione. Mi è stato dato e tolto qualche volta. Ora ho la testa che pulsa, le carotidi pure, in certi frangenti quando le aritmie sono importanti ho difficoltà con la parola, la memoria e fatico a concentrarmi.

Non ho altri problemi, la mia vita è OK e ho una bella famiglia, ho solo questo problema che mi condiziona non poco. E francamente, anche se so che non bisognerebbe leggere le istruzioni dei farmaci, assumere il Cordarone mi spaventa non poco a causa degli effetti collaterali.

Concludo dicendo che ho famigliarità con i problemi cardiaci, mio padre, infarto, quadruplo by-pass a seguito di angioplastica finita male ed infine, a distanza di qualche anno, ictus cerebrale devastante.

L'Holter immagino lei lo ritenga normale, quando l'ho fatto, la settimana scorsa, era appunto durante il lasso di tempo tra l'assunzione e la sospensione del Cardicor e quindi le aritmie sono risultate decisamente inferiori di numero, visto che è una cosa costante, di solito ne ho almeno il triplo. Ultimissima cosa, le ho indipendentemente dal fatto che sia a riposo o sotto sforzo.

Grazie ancora e mi perdoni per le sciocchezze eventuali che ho scritto.

Cordialità



[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Non ha scritto alcuna sciocchezza. L unica sciocchezza che fa è il fumare, perche una persona come lei, che non solo ha presentato tachicardie venticolari, ma che ha una familiarita cosi spiccata, significa che non ha ben capito i rischi che sta correndo.
Il cordarone mi pare quindi ben prescritto, cosi come andrebbe prescritto qualcosa per i suoi valori pressori.
Spero inoltre che assuma anche un antiaggregante piastrinico ( es aspirina).
Certo è che se cuole continuare a fumare il suo rischio di morte improvvisa permarra estremamnete elevato.
Dipende quindi molto da lei
Arrivederci