Utente 925XXX
Buonasera a tutti i dottori in linea e grazie in anticipo per la vostra grande disponibilita'.
Scrivo a nome della mamma di 74anni che nell'ultima visita oculistica di qualche giorno fa le e' stata riscontrata un inizio di cataratta (per il resto tutto ok)
La mamma in effetti pensava di cambiare le lenti agli occhiali che usa quando guarda la tv, (ultimamente vede un po meno nitide le scritte) ma il medico le ha detto che non serve, proprio per questo inizio di cataratta.
La cosa sarebbe inutile, ha detto.
Mia mamma che e' molto preoccupata dell'eventuale operazione, vorrebbe sapere quanto un paziente puo' andare avanti con il problema in questione e qual'e' l'evoluzione della malattia.
Sapere insomma quanto e' veloce l'avanzamento della malattia, e se c'e' un rapporto preciso da quando insorge a quando bisogna eseguire l'operazione.
N.B. Una curiosita', la mamma da 4anni circa a causa dell' occhio secco fa uso di una sostanza oftalmica OFTAIAL (alcune gocce 4-5 volte al giorno)
puo' l'uso di questo farmaco facilitare il formarsi della cataratta????
Aspetto una vostra cortese risposta in merito al problema della mamma, cosi' vediamo se e' possibile metterla un po piu' tranquilla,visto che dopo l'esito della visita e' molto preoccupata.
Grazie mille e buon lavoro a tutti voi.
[#1] dopo  
Dr. Alex Bosone
24% attività
8% attualità
0% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2012
Buonasera,

E' molto frequente riscontrare una cataratta, anche minima, in pazienti dell'età di sua mamma.
La cataratta è una progressiva opacizzazione della lente naturale dell'occhio, il cristallino.
Oggi la tecnologia a disposizione degli oculisti permette di avere ottimi e veloci risultati con un intervento chirurgico, che consiste nella sostituzione del cristallino naturale con uno artificiale.

Il procedere con un intervento dipende essenzialmente dalle necessità del paziente. Non c'è un limite stabilito sotto il quale operare e sopra il quale aspettare. Dipende dalle necessità visive del paziente, dalla sua perdita di contrasto, dal possibile abbagliamento quando guarda fonti di luce intensa, etc.

La lacrima artificiale che ha menzionato è solo un lubrificante oculare e non può aver portato alla formazione della cataratta.


Spero di esserle stato utile

Cordiali saluti

[#2] dopo  
Utente 925XXX

Iscritto dal 2008
Dottor Bosone, la ringrazio per la sua risposta al problema della mamma.
Grazie mille anche da parte della stessa interessata, la quale si augura che il peggioramento della cataratta non avvenga in tempo breve.
Cordiali saluti e felice serata.