Utente 326XXX
Sono un maschio di quarant'anni e ho assunto circa per due anni sertralina 100 mg, quindi una pausa di pochi mesi, quindi nuova assunzione per un anno e mezzo. Ora, a causa della persistenza di attacchi di panico, devo continuare.
Ho letto che gli inibitori della ricaptazione della serotonina possono alterare, oltre al tempo di eiaculazione, anche i parametri di sperma e liquido seminale, sino a danni genetici al DNA, soprattutto a lungo tempo.
Vorrei programmare una gravidanza: ciò che ho letto è vero? e in che misura di rischio? ed è reversibile alla sospensione temporanea del farmaco?
e, in caso di gravidanza avvenuta, ci sono rischi per embrione-feto-nascituro?
Vi prego aiutatemi.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,non sono a conoscenza di effetti teratogenici della sestralina sul nascituro.Comunque,con la sospensione del farmaco,qualsiasi effetto collaterale sfuma.Cordialità