Utente 314XXX
Gentili dottori,
sono un ragazzo di 34 anni, e per prima cosa vorrei precisare che inizio ad essere veramente preoccupato.
Premetto inoltre che a fine marzo 2013 sono stato operato per carcinoma papillare alla tiroide. Sono quindi stato sottoposto a tiroidectomia totale e svuotamento laterocervicale e giugolare. Da allora assumo tutti i giorni calcio carbonato e calcitriolo. A maggio sono invece stato sottoposto a terapia radioiodica (3700 bq) ed ho iniziato ad assumente eutirox. Il primo controllo è andato molto bene, valori del sangue nella norma e marcatore tumorale a zero.
Da circa un mese e mezzo ho una alterazione della mucosa orale nella zona compresa tra il labbro inferiore e la gengiva (non coinvolta) degli incisivi. Il tutto è iniziato in corrispondenza di mal di gola, raffreddore ed una lievissima febbriciattola (il tutto riconducibile ad una influenza).
Le lesioni, che -tengo a precisare- vanno e vengono, si allargano e scompaiono, sono indolori (ne sento la presenza per via di un leggero fastidio), non ho bruciore, non ho prurito. L'aspetto è insolito: inizialmente ha le sembianze di una afta, un piccolo punto bianco, che poi si allarga (il bordo è bianco, irregolare e che si rompe, e leggermente in rilievo, mentre la zona centrale è arrossata) velocemente (nel giro di 3-4 giorni passa da pochi millimetri a 2-3 cm). Se due lesioni si trovano vicine, durante l'allargamento i bordi bianchi si uniscono a diventare una cosa sola.
Vi scrivo perché il mio medico curante non ha idea di cosa si tratti, idem per il dentista. Sono stato anche da un otorino e sono attualmente in attesa che mi chiamino per una biopsia, ma i tempi si stanno facendo lunghi e non riesco a restare tranquillo continuando a pensare alla mia storia clinica.
Mi rendo conto che sia impossibile effettuare una diagnosi, ma vorrei una Vs semplice opinione. Ho cercato anche tra le centinaia di immagini presenti nel web, ma non ho trovato nulla di neanche lontanamente simile al mio caso.
Vi prego, aiutatemi.
Grazie
[#1] dopo  
Dr. Armando Ponzi
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Gentile paziente,
dalla sua storia, ma il consulto on line non è la soluzione diagnostica appropriata, mi sembra di cogliere elementi di compatibilità con una cisti mucosa delle ghiandole salivari minori, che tendono a formare una bolla che si rompe, indolore e che di solito tende a ritornare. Non sembrerebbe esserci relazione con la patologia di base, ma la biopsia e l'esame istologico sono i soli a darci elementi di certezza, ed a quelli farei affidamento finale.
Se vuole mi tenga informato.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 314XXX

Iscritto dal 2007
Gentile Dr. Armando Ponzi,

innanzitutto la ringrazio per la Sua considerazione.

So benissimo che senza una visita sia impossibile fare una diagnosi, e le dirò che non sono molto sicuro che si possa trattare di una cisti mucosa delle salivari minori.

La "bolla" che si rompe non è propriamente una bolla, e non è una sola e non è sempre nella stessa posizione. Purtroppo devo portare pazienza ed arrivare alla fatidica biopsia.

Se Le interessa però potrei inviarLe qualche fotografia.

Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Giuseppe Oscar Muraca
40% attività
16% attualità
20% socialità
AMANTEA (CS)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Capisce benissimo che senza una visione diretta è difficilissimo capire di cosa si tratta, certo è che trattasi sicuramente di un problema a carattere infiammatorio ricorrente, ho qualche idea ma preferisco aspettare l'esito della biopsia.
Saluti
[#4] dopo  
Utente 314XXX

Iscritto dal 2007
Gentile Dr. Muraca, così mi incuriosisce!
Il problema è che questa biopsia chissà quando la farò... posso aspettare tutto questo tempo?
[#5] dopo  
Utente 314XXX

Iscritto dal 2007
Giusto a titolo informativo: ieri sera sono stato dal mio dentista di fiducia, persona affidabile e qualificata, che ad un mese di distanza dalla visita di controllo annuale ha voluto rivedermi per l'alterazione della mucosa orale.
Mi ha illustrato un libro dove sono descritte tutte le malattie della bocca e mi ha fatto vedere una fotografia che ricorda molto la mia situazione. Si tratterebbe di stomatite migrante: è indolore, si sposta, cresce, scompare e riappare... tutto corrisponde.
Ovviamente è una ipostesi ma, anche se piuttosto plausibile, soltanto la biopsia potrà confermarne la veridicità.
Certo, di dubbi ne ho ancora, per questo spero che mi chiamino presto per la biopsia!
Intanto Vi ringrazio per le risposte.