Utente 328XXX
Gentili Dottori,
2 settimane fa circa un mio amico, giocando, mi ha preso con forza la mano destra e me l'ha storta, e in quel momento ho sentito dolore in particolare all'indice destro. Il giorno dopo il dolore era ancora molto forte, il dito si era gonfiato e toccandolo sembra quasi addormentato. Purtroppo non so il nome tecnico del punto dolente, per spiegare alla veloce il dolore e' concentato sulla mano destra nel punto di ''connessione'' tra il dito indice e la mano, sul lato sinistro (ovvero il lato verso il pollice). Il dolore poi si e' esteso ai muscoli di tutto il braccio, in particolare quando uso la mano sul lavoro o ad esempio facendo i piatti, passando la scopa, ecc..(2/3 giorni fa e' arrivato fino a dietro la spalla). Dopo circa 4/5 giorni dalla storta ho fatto dei raggi, dalla quale non e' risultato niente. Purtroppo pero' il dito continua a essere gonfio e dolorante in particolare quando piego il dito in avanti, o sui lati (ad esempio quando il dito viene urtato involontariamente da qualcuno mentre cammino per strada) e quando tengo in mano qualcose di mediamente pesante o pesante (ad esempio non riesco piu' a sollevare tazze col te' o caffe' dentro, e lavorando in un bar molto affollato per me e' un bel problema..). In questo momento purtroppo non sono in Italia e il medico che avevo visitato qui mi aveva prescritto del paracetamolo e dell'ibuprofene da prendere per qualche giorno, oltre che del ghiaccio da mettere sul dito alla sera.. Il dolore adesso e' meno forte rispetto alla scorsa settimana ma io non riesco ancora a sollevare oggetti e sul lavoro e' un vero e proprio problema, in quanto dovrei essere veloce ma il dito fa male e dopo un paio di ore il braccio comincia a essere addormentato..

Grazie mille per l'aiuto!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,

converrebbe attendere ancora almeno una settimana: tutto lascia supporre che gradualmente il disturbo debba ridursi progressivamente.

Difficile dire a distanza se c'è stata solo una distorsione della metacarpo-falangea o se coesiste anche una contusione del nervo collaterale digitale (del lato radiale), stando alla descrizione da lei fornita.

Ci faccia sapere come va tra 7-10 giorni.

Nessuna terapia in particolare.

Buona serata.