Utente 274XXX
Gentili dottori, tempo fa avevo sottoposto una domanda a voi cardiologi:

http://www.medicitalia.it/consulti/Cardiologia/313085/Paps-ai-limiti-superiori-della-norma-BBS-ipertensione

riporto il link per non stare a riscrivere tutto lo storico. Ebbene, il mio cardiologo, al tempo dell'ultima ecocardio, mi aveva suggerito di fare una risonanza magnetica con e senza contrasto, poiché in 3 anni di ecocardio non era risultato null'altro se non il blocco bbs. L'ho fatta la settimana scorsa, la riporto:

Ventricolo sn: ventricolo sinistro di normali dimensioni endocavitarie, spessori parietali conservati (SIV=10mm). Asincronia di contrazione del setto interventricolare come da ritardo di conduzione intraventricolare, non alterazioni a carico degli altri segmenti. FUnzione sistolica globale normale. Le immagini morfologiche T1-pesate non hanno mostrato la presenza di alterazioni strutturali nel contesto miocardico, in particolare non si riconoscono aree di sostituzione adiposa. Le immagini morfologiche T2-pesate con saturazione del tessuto adiposo (STIR) non hanno evidenziato la presenza di aree miocardiche sospette per flogosi o edema.
Ventricolo dx: normali dimensioni cavitarie e spessore parietale. normale cinesi regionale e funzione sistolica globale.
Atrio sx e dx: dilatazione biatriale (area atrio sx 34cm2, area atrio dx 29cm2)
Valvole: lieve insufficienza delle valvole atrioventricolari
Altro: le immagini di localizzazione a bassa risoluzione mostrano la presenza di multiple formazioni rotondeggianti delle quali quella più grande con diametro massimo pari a 36mm, a carico del parenchima epatico, non ulteriormente caratterizzabili con le immagini acquisite e meritevoli di approfondimento diagnostico mirato
Immagini post-contrasto precoci: non immagini riferibili a trombosi intraventricolare o a patologia ostruttiva del microcardio
Immagini post-contrasto tardive: enhancement intramiocardio in corrispondenza dell'inserzione posteriore della parete ventricolare destra sul setto interventricolare (pattern non ischemico)

Sintesi:
- Normali dimensioni endocavitarie e funzione sistolica globale dei due ventricoli
- Dilatazione biatriale
- A carico del miocardio non si osservano immagini riferibili ad aree di edema/flogosi, né ad infiltrazione adiposa.
- Alle immagini tardive post-contrasto si evidenzia enhancement intramiocardico in corrispondenza dell'inserzione posteriore della parete libera del ventricolo destro sul setto (reperto descritto in condizioni di sovraccarico ventricolare cronico)

Volevo un vostro consulto su questo referto, c'e' qualcosa che merita attenzione? Per lew formazioni rotondeggianti al fegato il mio medico curante mi ha prescritto una eco addome che farò la settimana prox. dice che probabilmente sono delle cisti epatiche. Mi interessava sapere se devo preccuparmi di qualcosa per quanti riguarda l'esito della risonanza, come ad esempio la dilatazione biatriale.

Grazie per l'attenzione.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Gentile utente
sinceramente non comprendo quali siano state le motivazioni che hanno indotto il collega a porre indicazione all'esecuzione di una RMN...
La presenza di un Blocco di branca sinistra semmai deve far sospettare un problema ischemico cardiaco che non và valutato con la RMN, ma semmai con una coronarografia, perchè il BBSx limita l'utilizzo diagnostico di altre indagini come un test da sforzo...Per la dilatazione biatriale, questa predispone ad aritmie come la fibrillazione atriale che a volte può non dare sintomi di palpitazione, ma non per questo essere assente (in quest'ultimo caso è anche più pericoloso perchè l'FA è potenzialmente tromboembolica e si parla di FA asintomatica). Le consiglio per questo di verificare frequentemente se il polso è regolare o meno e forse vale anche la pena di fare un Holter ECg delle 24 h.
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 274XXX

Iscritto dal 2012
il cardiologo mi ha detto che era una analisi in cui si poteva andare più a fondo dell'ecocardiografia e magari si poteva comprendere il perché mi sia venuto il blocco di branca sx (mi si è detto che potrebbe essere stato di natura virale). ho fatto un holter 24 ore due anni fa che non aveva evidenziato cose particolari, ma era due anni fa. Immagino che ci siano vari livelli di dilatazione degli atrii, come posso considerare il mio caso? oltre a questo ci sono altre cose rilevanti nel referto che le ho indicato? vedrò il mio cardiologo la settimana prossima e gli sottoporrò i miei dubbi.
ogni tanto verifico i miei battiti (non dal polso ma dal collo, va bene lo stesso?) e non ho mai riscontrato anomalie. Qualche volta, provandomi la pressione, mi è uscito il messaggio battito irregolare ma è successo 3-4 volte al massimo nel giro di 2 anni
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Continuo a confermale le mie perplessità....Il suo cuore non è dilatato (parlo dei ventricoli) e quindi il BBSx non ha rapporto con eventuali cardiomiopatie di natura virale, mentre potrebbe dipendere da un problema coronarico non valutabile con la RMN (che tralaltro ha escluso altre patologie come la displasia aritmogena ventricolare destra...per quale motivo poi lei avrebbe dovuto averla non è comprensibile !!!!!!).
Per il potenziale problema dell'FA valuti i miei consigli.
Saluti
[#4] dopo  
Utente 274XXX

Iscritto dal 2012
il ventricolo si è dilatato, restando sempre nel range, dalla prima eco che ho fatto nell'aprile del 2011 alla seconda fatta l'anno successivo... soffrendo di una leggera ipertensione che non era stata ancora diagnosticata e quindi curata, sono da quasi due anni in cura con enapren 20mg e nebivololo 5mg. la cura dell'ipertensione (ora a riposo sono 65/135) dovrebbe aver arrestato la dilatazione del ventricolo sinistro

riferirò al mio cardiologo le sue perplessita :-)

le chiedo anche quale cura farmacologica si somministra per la dilatazione degli atrii.

grazie delle puntuali risposte che mi ha dato
[#5] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Il suo ventricolo non si è dilatato...la RMN riporta un ventricolo di normali dimensioni e normale funzione....Quel che lei dice non giustifica il BBSx. Non ci sono cure per ridurre le dimensioni dell'atrio...