Utente 330XXX
Buongiorno,
ho 44 anni e dopo quasi un anno di astinenza sessuale, ho iniziato da poco tempo una nuova relazione. C'è forte intesa ma al momento della penetrazione io non riesco ad arrivare all'erezione totale e/o a mantenerla. Sono andato da una psicologa la quale mi ha detto che all'inizio di una relazione e dopo una precedente separazione può accadere, ma ora io vorrei anche valutare se il mio possa essere anche un problema diciamo di tipo meccanico, quindi di leggera impotenza e quindi a chi dovrei rivolgermi? Basta andare dal medico curante a farsi prescrivere degli esami oppure da chi? Da un sessulogo? Da un andrologo? Aiutatemi a risolvere quanto prima il mio problema. Aggiungo che con questa persona sentiamo un gran desiderio entrambi venuti da un passato simile e che nell'intimità siamo arrivati all'orgasmo e io all'eiaculazione ma non attraverso la penetrazione. Tra l'altro al mattino appena sveglio ho sempre l'erezione totale che accade all'uomo.
Grazie in anticipo

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Militello
48% attività
20% attualità
20% socialità
PONTECORVO (FR)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
c'è sicuramente una componente psicogena , ma è giustissimo eseguire una visita ANDROLOGICA per eseguire eventuali esami attinenti ed un eventuale "sostegno"