Utente 292XXX
Gentili dottori di Medicitalia,
ho 38 anni ed è da due anni soffro di disfunzione erettile grave (assenza totale di erezioni spontanee, brevi e dolorose con manipolazione forzata, dolore cronico esteso a tutto il pene, consistenza dei corpi cavernosi dura come plastica). L'urologo già un anno fa ipotizzò una fibrosi diffusa(dopo palpazione), ma dopo che ecografia e ecocolordoppler con prostaglandina non evidenziarono niente di anomalo, non mi venne prescritta alcuna terapia. Altre cause di DE vennero escluse dopo test ormonali e urinocoltura. La spermiocoltura invece non ero in grado di farla. Prima domanda: esistono patologie diagnosticabili mediante spermiocoltura che causano DE grave ?
Stamattina sono riuscito per qualche secondo ad ottenere una "mezza" erezione e ho notato una curvatura laterale. Seconda domanda: siete a conoscenza di storie cliniche di fibrosi che progredisce uniformemente sugli interi corpi cavernosi, senza ispessimenti macroscopici e quindi non diagnosticabile con ecografia ed ecocolordoppler, poi degenerate in IPP conclamata? Ho letto che ciò può accadere in soggetti giovani dove la causa di degenerazione della fibre elastiche su base autoimmune (predisposizione+fattori ambientali) è preponderante rispetto a cause traumatiche (che invece determinano una IPP ben localizzata con curvatura del pene).
Terza domanda: in Italia c'è qualche centro specializzato nella terapia farmacologica della IPP (tipo isoptin via ionoforesi) ?
Grazie per l'attenzione.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
caro lettore,

lei abita vicino ad uno dei migliori centri andrologici universitari di andrologia ai cui ambulatori potrebbe rivolgersi per capire se le sue deduzioni (presumo derivate dal WEB) in merito siano valide o solo interpretazioni personali.
Cerchi di evitare di fare il medico di se stesso, si affidi ad un valido specialista che le proporrà terapie verosimili e non terapie che solo sul web vengono citate e proposte
cari salutii