Utente 209XXX
Soffro di masturbazione compulsiva e sicuramente questo è la causa della prostatite abatterica che ho contratto. Ho effettuato tanti esami Tutti negativi. Risulta solo la prostata infiammata. Ormai sono tre anni che soffro di questa cosa e questo mi porta sempre a cercare il piacere sessuale attraverso la masturbazione non avendo la possibilità di avere rapporti sessualità del tutto soddisfacenti per via dei problemi che la prostatite comporta.che consigli mi date aspetto una risposta

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro tente,un accanimento masturbatorio può favorire un risentimento prostatico ma,in genere,non una prostatite.Credo che il quadro clinico debba prevedere un intervento coordinato tra un esperto andrologo ed uno psicosessuologo.Cordialità.
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Caro lettore,

un atteggiamento masturbatorio eccessivo, compulsivo, potrebbe "mettere alla prova" una prostata-vescicole seminali costrette a produrre liquido , a contrarsi per espellerlo, in pratica a lavorare continuamente senza un attimo di riposo. In condizioni del genere, lavorare "come un cinese" 15 ore al giorno, senza mai riposarsi, senza mai uscire all'aperto a vedere il mondo che ci circonda e che ha aspetti diversi potrebbe creare problemi psicologici, relazionali, ma anche uno stato "infiammatorio" delle strutture prostatiche e vescicolari.
Far lavorare la prostata "il giusto", 2-3 volte la settimana, con limiti temporali accettabili. Rivolgersi al proprio medico o a uno specialista per fare le opportune indagini atte a definire i caratteri specifici della presunta "infiammazione"
Cari saluti