Utente 768XXX
Buona sera, su consiglio del medico per ovviare ad un problema di eiaculazione precoce mi è stato prescritto cialis 20 mg...e devo dire che ha funzionato anche troppo..per 4 5 ore ho avuto rapporti sessuali con 2 donne con qualche breve pausa tra l'una e l'altra.
Ora leggendo in Internet ho visto che tenere in erezione il membro per troppo tempo porta impotenza. Premetto che non ho sentito nessun dolore, l'unica problematica è stata che per due giorni non avevo voglia di fare sesso.
siccome sono un tipo che si preoccupa un po troppo per queste cose (ma in maniera fondata) visto che un esame errato dieci anni fa mi aveva dato fuga venosa che evidentemente non era così da altri accertamenti come npt test che risultò ottimale e consulti psicossessuologici.
Se avessi "rotto qualcosa" avrei sentito male?
l'unica cosa evidente è il pene un po "screpolato" ma penso per il full immersion dell'altra sera.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,si goda con entusiasmo la possibilità di avere rapporti sessuali numerosi ricordando gli errori del passato ed il suo fragile equilibrio psichico per quanto attiene la resa sessuale.Non prenda come modello l'atletismo sessuale ma consideri che
gli effetti favorevoli legati all'assunzione del tadalafil riconoscono una genesi nel benessere fisico e nel desiderio sessuale,nel suo case,entrambi ben presenti. Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 768XXX

Iscritto dal 2008
La ringrazio per la risposta rincuorante e tranquillizzante, sicuramente limiterò la cosa in futuro, non voglio far diventare una cosa piacevole come il sesso, in una ossessione.
Sicuramente ha un peso nella mia storia clinica quell'esame di ecocolordoppler dinamico penieno che mi diede fuga venosa, mentre npt test mi dava risultati ottimali di erezione notturna.
E' vero che sono esami "datati" di 10 anni fa,... ma hanno condizionato la mia visione del sesso, come se avessi subito un contraccolpo e ad ogni rapporto inevitabilmente scatta la verifica sul campo della mia erezione, in termini di durata e resistenza e al minimo calo scatta nella mia testa l'allarme "fuga venosa?".
La ringrazio ancora per la risposta e se qualche altro medico vuole dare un suo parere l'accetto volentieri.
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
…personalmente ho delle fiere perplessità circa il valore diagnostico della fuga venosa,specialmente in un giovane sano.Cordialità.