Utente 243XXX
Gentilissimi dottori, volevo porre alla vostra attenzione una questione che per me è fonte di ansia.
Ho avuto una reazione allergica (orticaria piuttosto estesa)in seguito alla somministrazione dello zitromax, che è stata curata con cortisone ed antistaminici,e, nel giro di pochissimi giorni, è scomparsa.
In quanto già soggetto allergico, dopo qualche mese, mi sono rivolto a un centro di dermatologia allergologica,ove oltre alle prove allergologiche( prick e patch test , basotest), mi sono state prescritte le seguenti analisi, di cui riporto il contenuto: Risultato V.N
Proteine totali 7,8 g/dL 6,4/8,3
C3 152,00 mg/dL 79/152
C4 24,80 mg/dL 16/38
C1q Inibitore 28,50 mg/dL 18,00/32,00
Proteina C reattiva 0,11 mg/dL 0,00/0,75
Fattore reumatoide <9 IU/mL <20
Titolo anti-streptolisinico 1,9 IU/mL 0/145
Ig G 1101 mg/dL 791/1643
Ig A 98 mg/dL 66/436
Ig M 82 mg/dL 43/279
Emocromo completo
WBC 6,80 mila/mcL 4,5/10,8
G. Neutrofili 4,90 mila/mcL 1,8/6,5
Linfociti 1,30 mila/mcL 1,3/4,0
Monociti 0,50 mila/mcL 0/1,2
G. Eosinofili 0,10 mila/mcL 0/0,7
G. Basofili 0,00 mila/mcL 0,0/0,2
G. Neutrofili% 70 % 40/70
Linfociti % 20 % 20/45
Monociti % 7,50 % 3,0/12,5
G. Eosinofili % 0,90 % 0,5/0,70
G. Basofili % 0,40 % 0/0,20
RBC 5,28 milioni/mcL 4,50/6,00
HGB 16,90 g/dL 14,0/18,0
HCT 48,50 % 42,0/52,0
MCV 91,70 fL 80/95
MCH 31,90 pg 27/33
MCHC 34,80 g/dL 32/36
RDW 12,30 % 11,5/15,0
PLT 222,00 mila/mcL 130/400
MPV 7,90 fL 7,0/12,0

VES 2 <15

ANA Hep2 Positivo (titolo 1/640) Negativo: <1/40
Debole Positivo: 1/40-1/80
Positivo => 1/160
Hep2 Quadro fluoroscopio: Pattern misto
Simil - PCNA e Midbody (Cell Cycle nucleolar e Stembody)

ENA SCREENING 0,20
(Sm;SS-A/Ro;SS-B/La;RNP;Scl70;Jo1)
Negativo <0,9
Dubbio 0.9/1,1
Positivo >1,1
FT3 3,21 pg/mL 2,5/4,1
FT4 0,71 ng/dL 0,61/1,12
TSH 2,65 mcUI/mL 0,34/5,60
Ab anti tireoglobulina 6,34 UI/mL 5/100
Ab anti Tireoperossidasi 1,90 UI/mL 0/9
Ig E totali 339,00Ku/I <100

Rivoltomi all'allergologa responsabile del centro per avere spiegazioni sui valori anormali di Ana, mi è stato risposto che non vi sono segni clinici che facciano pensare a una connettivite e che non vi è consumo di complemento.
La stessa ha detto poi che le connettiviti sono molto rare nei maschi e che gli Ana possono alterarsi anche in seguito a influenze o infezioni banali.
A ciò aggiungo che non avverto alcun sintomo specifico.Nel ringraziarvi delle risposte,porgo cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Egregio utente,
la presenza di anticorpi anti-nucleo è un dato aspecifico che non ha particolare significato se non esiste un sospetto clinico di malattia.
In linea teorica potrebbe essere ulteriormente inquadrabile ma tale decisione spetta allo specialista compentente che può procedere con una valutazione diretta (e Lei ha già avuto questo tipo di confronto).
Saluti,
[#2] dopo  
Utente 243XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio della risposta, in realtà mi sono allarmato scorrendo alcune pagine su internet che collegavano il quadro ana- pcna a serie malattie di origine autoimmune.
Ringraziandola ancora della risposta, le chiedo se ritiene opportuno procedere a controlli regolari per monitorare la situazione.
Buon lavoro.
[#3] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Non conoscendo i dettagli del Suo caso non posso sapere cosa è meglio fare.
Se non esistesse motivo per ulteriori indagini e di fatto il reperto di positività ANA fosse un rilievo del tutto occasionale, si potrebbe riservare il controllo clinico all'eventuale comparsa di disturbi correlabili allo sviluppo di una condizione clinica da autoimmunità.
Saluti,
[#4] dopo  
Utente 243XXX

Iscritto dal 2012
Grazie ancora e buon lavoro.
Cordialità.