Utente 296XXX
Gentili Dottori,

ho 52 anni e circa un anno fa mi sono recato dall'urologo che, a seguito di visita ed esami, dignosticò una ipertrofia prostatica (benigna con esame istologico post operatorio).
Durante la visita notò il testicolo destro dimensionalmente inferiore al sinistro, cosa che fino a quel momento non avevo notato.
Sei mesi fa sono stato operato alla prostata con metodo TURP con decorso regolare e risultati più che soddisfacenti, in termini di minzione, anche se da allora ho problemi di eiaculazione retrograda nei rapporti non molto frequenti.
Oggi, a distanza di un anno, la riduzione del testicolo è più evidente, nell'ordine del 20-25% di differenza dal sinistro.
Nella mia vita non ho mai avuto problemi ai testicoli ne alcun dolore e apparentemente, anche a seguito di autopalpazione, non riscontro alcun tipo di anomalia che possa allarmarmi.
A questo punto mi chiedo se sia il caso di sottopormi a esami o se possa essere una normale situazione fisiologica tenendo conto che non sono interessato ad alcun problema che riguardi l'infertilità maschile.

Grazie e buon lavoro.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giulio Biagiotti
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
salve.
è possibile che con un'ecografia e degli esami del sangue si possa definire lo stato del testicolo e se questo sia da ignorare o no.
in generale le variazioni di volume dei testicoli vanno sempre prese sul serio.
cordialmente